NUOVI SPAZI

HomeMagazineLifestyle

Tra eventi e food apre a Mondello un giardino "segreto": il parco del Palace hotel

Il parco dell'hotel Palace apre le sue porte alla città e ai turisti: tra tanti eventi in musica, un nuovo ristorante e un cocktail bar Mondello si sveglia a quattro stelle

Balarm
La redazione
  • 7 giugno 2018

Il Mondello Palace garden con vista sull'antico stabilimento

Un grande parco che circonda il Mondello Palace hotel di Palermo, di fronte all'antico Stabilimento liberty e da sempre guardato dall'aldilà della ringhiera, è dopo alcuni anni aperto, finalmente, alla città e ai turisti.

Tra le piante esotiche e le specie mediterranee ecco che in questo ambiente di verde, vialetti e panchine nascono delle idee: un ristorante capitanato dallo chef Pippo Mancino, un cocktail bar che inventa nuovi mix dai sapori siciliani e una rassegna di eveventi musicali da tre appuntamenti a settimana, sempre dalle 19.30.

E allora partiamo proprio da questi: ogni mercoledì dal 13 giugno e per tutta la stagione estiva sono le sonorità jazz a invadere il parco che si trasforma, per l'occasione, nello spazo estivo curato dal direttore artistico Fabio Lannino.

Per citare qualcuno degli ospti ecco l'artista e docente di canto Carmen Avellone che apre le danze proprio il 13 giugno, il trobettista Vito Giordano e il bassista Fabio Lannino (l'11 luglio) o ancora l'ultimo, il 29 agosto, il trio jazz di Roberto Gervasi.

Il venerdì sera invece è dal gusto retrò grazie agli interventi delle cover band e dei loro repertori contemporanei e vintage (direzione artistica curata da Ferdinando Piccoli). Un esempio? Si inizia il 15 giugno con il trio Cuarto de Tula e si prosegue con Jerusa Barros, i Vodoo Bross o ancora Giada e i SIb per tanto divertimento fino al 7 settembre.

La domenica ci si rilassa sulle note della musica classica e acustica con un programma (dal 14 giugno al 26 agosto) a cura del Conservatorio di Ribera e di formazioni in trio.

Andiamo invece all'aspetto più mangereccio. Il ristorante prende il nome dai 50 eroi guidati da Giasone che sono i protagonisti del mito della nave Argo alla ricerca del Vello d'oro: gli Argonauti.

A orchestrare le portate all'Argonauti Restaurant c'è uno dei cuochi nostrani emergenti: Pippo Mancino, allievo dello chef stellato Tony Lo Coco, patron de I Pupi a Bagheria, mentre il bar e i cocktail sono curati da Francesco Giannettino, storico barman dell'hotel.

Si tratta di un innovatore brillante che riesce a equilibrare la cucina contemporanea, anzi orientata al futuro, con i valori della tradizione locale.

Passiamo infine al cocktail bar, l'Argonauti Lounge Bar: diretto da Francesco Giannettino, coadiuvato da Salvatore Di Marzo (ve lo ricorderete all'Addaura Reef), bravissimo a rivisitare i drink internazionali in chiave siciliana che si possono gustare ogni giorno dalle 10 alle 15 e dalle 19 fino a mezzanotte.

Perché non assaggiare il "Salvito"? Un freschissimo mojito fatto però con la salvia siciliana o ancora un drink concepito con l'amaro Nepenta, un amaro agli agrumi di Sicilia.

Inoltre, un pezzetto di Manifesta12 (per saperne di più ecco l'articolo) arriva anche tra i giardini del Palace: l'artista Daniel Gonzàlez crea l'installazione di architettura effimera "Mi casa tu casa".

«Vogliamo restutuire alla città e ai turisti - spiega Giovanni Tomasello, presidente e amministratore delegato della Mondello Italo Belga - questo giardino di circa un ettaro che è stato inaugurato insieme all'albergo nei primi anni '50. La Italo Belga è impegnata attualmente in un’azione di rilancio delle proprie attività, in sinergia con le autorità pubbliche, per lo sviluppo della località balneare di Mondello. Tra le novità di quest'anno grande attenzione alla disabilità: oltre alle sedie job, che servono per portare a mare i disabili, stiamo attrezzando il lido Onde beach con delle pedane e tutto ciò che serve per abbattere le barriere architettoniche. Infine, si sono anche liberati dei locali alla Sirenetta che abbiamo messo a disposizione dell'Asp di Palermo per allestire una guardia medica e un 118».

articoli recenti