AMBIENTE

HomeMagazineTerritorio

Tra verde incontaminato e mare cristallino: a Ustica apre la prima eco-discoteca

Dal mese di luglio sarà aperto il rinnovato Parco Urbano dell'isola di Ustica, prima riserva marina di Italia, che ha da poco festeggiato il suo trentesimo compleanno

Balarm
La redazione
  • 3 giugno 2019

Ustica dall'alto

Un sogno ecosostenibile dove si sposano verde incontaminato e mare cristallino: è questo il progetto AilantoPark.

Dal mese di luglio è infatti aperto il rinnovato Parco Urbano dell'isola di Ustica, prima grande riserva marina di Italia, che ha da poco festeggiato il suo trentesimo compleanno: una eco-discoteca, in un'area che non disturba il paese e con un controllo ferreo dei decibel.

Una vasta area naturale attrezzata soltanto con materiale ecologico, sia nelle strutture che negli arredi. La struttura è fruibile notte e giorno: dallo sport del mattino, al cornetto di un'alba dopo i balli, concerti dal vivo, musica vintage. E ancora: corsi di Yoga o di streaching all'alba o al tramonto, guardando il mare e le rocce a strapiombo o sorseggiando un aperitivo.

È stato Tonino Basile, giovanissimo usticese, a lanciarsi nell'impresa qualche mese fa, aggiudicandosi il bando per l'affidamento del parco urbano insieme al suo amico socio Arnaldo La Paglia, esperto in economia. L'obiettivo è quello di un rilancio di Ustica, paradiso ecologico e naturalistico per sub e non solo, in sinergia con gli operatori e di tutta l'isola.

Per l'anno prossimo, è in programma anche un'area ginnastica, con attrezzature da esterno, che è offerta a popolazione e visitatori in maniera gratuita. Completeranno l'offerta AilantoPark gite scolastiche per la conoscenza delle specie botaniche, guidate da giovani usticesi, ed eventi di musica, letteratura e sport fuori stagione, in modo da attrarre visitatori intelligenti e fare vivere l'isola, creando lavoro per i giovani locali.

articoli recenti