MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

Tutto pronto nel tempio della musica: come si riorganizza il Conservatorio di Palermo

Accessi contingentati e turni anche per il Conservatorio che riprende la sua attività post-pandemia e si prepara a offrire una grande manifestazione online: tutti i dettagli

Balarm
La redazione
  • 29 maggio 2020

L'interno del Conservatorio "Alessandro Scarlatti" di Palermo

Tempo di ripartenza anche per il Conservatorio di Palermo che - dopo la chiusura dovuta alla pandemia, ricomincia adesso a vivere attraverso il suono di alcuni strumenti.

I primi studenti dell'istituto "Alessandro Scarlatti" hanno ripreso ad esercitarsi con accessi contingentati e rigorosi turni, che coinvolgono in prima battuta strumenti individuali nel rispetto della normativa in materia di prevenzione al Covid-19, dopo che la sede di via Squarcialupo ha riaperto il 4 maggio scorso nel rispetto delle norme igienico sanitarie e di sicurezza.

«A giugno - dice il direttore Gregorio Bertolino - iniziano i primi esami e i diplomi accademici in telepresenza, una novità assoluta per il Conservatorio, con canditati e commissioni a distanza in un luogo dove il confronto umano è fondamentale, come fondamentale è fare musica insieme, condividere emozioni, raggiungere lo stesso obiettivo ognuno con la propria specificità, comunicare con i suoni e con il gesto, gli sguardi, aiutarsi a vicenda».



Da oltre due mesi, l’attività formativa continua a distanza con i docenti che, attraverso varie modalità telematiche o attraverso la piattaforma adottata dall’Istituto, hanno tenuto contatti e lezioni con gli studenti e li hanno guidati in questo periodo di emergenza.

«Non sono mancate le difficoltà, superate grazie all’impegno di insegnanti e allievi - prosegue Bertolino - dovute alla peculiarità dell’insegnamento della musica che si nutre del contatto diretto tra maestri e allievi e che ha dovuto adattarsi a un nuovo modo di comunicare attraverso piattaforme non strutturate in maniera specifica per la trasmissione del suono.

Il Conservatorio è comunque presente nel panorama culturale, e si appresta a vivere, attraverso i propri canali web, una manifestazione on-line programmata per il 21 giugno, in occasione delle Giornata della Musica, nella quale potremo ascoltare molte ore di musica che vedrà protagonisti i nostri studenti».

«Ringrazio tutti i docenti - sottolinea il presidente del Conservatorio, Mario Barbagallo - che nonostante il periodo molto complesso, sono riusciti a garantire pienamente la continuità dell’offerta formativa a tutti gli studenti attraverso metodiche di didattica online ed il personale tecnico-amministrativo che ha consentito la prosecuzione della struttura amministrativa in smartworking.

Il Conservatorio è un luogo magico dove si instaurano rapporti e relazioni impareggiabili. E per questo il rientro nella sede mantenendo tutte le condizioni di sicurezza per le attività previste è un momento di grande felicità per tutti noi».

ARTICOLI RECENTI