ITINERARI

HomeMagazineTurismo

Un antico scalo di pescatori diventa magico sentiero: un nuovo itinerario siciliano

Una passeggiata sulle orme degli antichi abitanti di Balestrate, vicino Palermo: un progetto da quasi 100mila euro ha permesso di riqualificare il "cammino dei pescatori"

Balarm
La redazione
  • 7 giugno 2019

Il sentiero del pescatore a Balestrate (Palermo)

Si chiama "cammino dei pescatori" ed è un sentiero che costeggia il mare da un lato e il monte dell'altro: tra illuminazione a terra, arredi urbani e gradini sicuri l'antico scalo dei pescatori di Balestrate può rivivere ed essere solcato da cittadini e turisti.

Il Flag (nuova denominazione degli ex Gruppi di azione costiera) ha stanziato infatti 99mila euro per questo intervento di riqualificazione e la Giunta del Comune ha approvato lo schema di convenzione che disciplina il funzionamento dell’Associazione temporanea di scopo costituita fra il Comune e il Gac (Golfi di Castellammare e Carini) al fine di poterlo realizzare.

È stato ripristinato l’impianto di illuminazione, istallato un sistema di videosorveglianza, rimossa la piattaforma di cemento danneggiata e migliorata la viabilità dello scalo e del litorale ad ovest del porto.

Il sentiero dei pescatori dall’ex mattatoio costeggia la ferrovia fino all’antico e scaro, zona in qui nacque Balestrate con l’insediamento dei primi marinai della borgata.

Le informazioni sulla flora e sulla fauna del luogo sono anche a disposizione dei passeggiatori, insieme a cenni storici sull'antico borgo e alcune rarità legate ai fossili.

Oltre al recupero e alla valorizzazione del patrimonio storico e ambientale legato all’attività della piccola pesca artigianale locale la restituzione del cammino dei pescatori non può non avere ricadute positive sul turismo culturale e ambientale, oltre che sul settore della pesca.

«Avevamo detto che avremmo lavorato per valorizzare al meglio uno degli scorci più belli del nostro territorio, che rappresenta la nostra storia – dichiara il sindaco di Balestrate, Vito Rizzo - In un anno abbiamo ottenuto il riconoscimento di sito di interesse geologico per il costone, completato l’iter di approvazione del progetto per la riqualificazione del sentiero ed inoltre il completamento dell’ex mattatoio, che sarà il punto di partenza di un vero e proprio percorso turistico/didattico».

ARTICOLI RECENTI