RICETTE

HomeMagazineFoodRicette

Un piatto siciliano semplice e veloce: come preparare la pasta "ca muddica atturrata"

Se non sai cosa cucinare per pranzo con una manciata di ingredienti puoi preparare un'ottima pasta ca muddica atturrata, letteralmente "con il pangrattato abbrustolito"

Balarm
La redazione
  • 28 aprile 2020

Pasta ca muddica atturrata

Quando non hai tempo e modo di fare la spesa e non sai cosa cucinare per pranzo ci pensa la cucina siciliana a venirti in soccorso: in pochi minuti e con una manciata di ingredienti si può preparare un'ottima pasta ca muddica atturrata, letteralmente "col pangrattato abbrustolito".

L'ideale per questa ricetta sono gli spaghetti, ma possiamo scegliere qualsiasi tipo di formato lungo. Per il resto sta a noi metterci per qualche minuto ai fornelli e dar vita a uno dei primi più gustosi dell'Isola.

Per preparare la pasta ca muddica atturrata per quattro persone occorrono i seguenti ingredienti:
- 400 g di spaghetti;
- 4 spicchi di aglio;
- olio extravergine d'oliva;
- caciocavallo stagionato grattuggiato;
- 250 g di pangrattato;
- 3 acciughine sott'olio;
- sale, pepe e peperoncino.

Per prima cosa facciamo sciogliere le acciughe in una padella con un fondo di olio d'oliva e poi versiamo il pangrattato, rigirandolo più volte con un cucchiaio di legno finché non si tosta (attenzione a non farlo bruciare).



Mettiamo per un attimo la muddica atturrata e procediamo con la preparazione della pasta. Mettiamo su la pentola con l'acqua, a ebollizione caliamo gli spaghetti e facciamo cuocere al dente.

Intanto in una padella abbastanza capiente da contenere la pasta mettiamo l'olio, facciamo dorare due spicchi di aglio interi per poi toglierli, versiamo gli spaghetti al dente lasciandoli insaporire nel soffritto e completando la cottura mescolando con l'aggiunta di un poco di acqua di cottura.

Condiamo metà della nostra muddica atturrata con abbondante pepe e pecorino grattuggiato e versiamola nella padella mantecando la pasta aggiungendo un altro pizzico di acqua di cottura.

A questo punto non ci resta che servire nei piatti, su cui ogni commensale può aggiungere a proprio piacimento una bella spolverizzata di muddica atturrata rimasta.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI