STORIE

HomeMagazineSocietàStorie

Un sogno per un giorno: a 102 anni nonna Michela torna a insegnare a Caltanissetta

L'anziana ospite della casa di riposo "Nonni felici 4.0" è tornata a scorrere il dito sul registro e a fare l'appello. A rispondere gli alunni dell'istituto Rosso di San Secondo

Balarm
La redazione
  • 13 aprile 2022

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori

L'ex docente di lettere Michela Ponte

«Spinta su una sedia a rotelle offerta dal tempo, nonna Michela varca la soglia di un’aula illuminata, popolata da diciassette teste nel pieno della vita. Ha centodue anni e la commozione negli occhi».

Inizia così il post su Facebook della casa di riposo di Caltanissetta "Nonni Felici 4.0", che ha lanciato l'iniziativa che vede i suoi ospiti protagonisti dei loro sogni realizzati per un giorno.

La prima di una lunga serie ha tagliato il nastro con nonna Michela, 102 anni e la passione per l'insegnamento. Ieri all'istituto Rosso di San Secondo di Caltanissetta la classe I G dell'istituto Rosso di San Secondo ha accolto con entusiasmo il sogno di Michela Ponte, ex docente di lettere.

In mano aveva un registro del 1972, il ritorno all’appello, dove uno a uno gli alunni confermano la presenza alzandosi in piedi e sedendosi al gesto spontaneo e autorevole nel contempo di nonna Michela.

Grazie al progetto realizzato dalla responsabile della struttura, Rossana Amico, ogni ospite potrà realizzare un suo desiderio, magari messo da parte per troppo tempo. A curare nei minimi dettagli l'evento la docente Marzia Palmeri con il plauso e il supporto della dirigente scolastica Bernardina Ginevra.

«Gli anziani sono la nostra memoria - ha detto all'Ansa la dirigente scolastica - ed è importante vedere come essi rappresentino non solo un riferimento, ma anche una chiara affermazione di quanto la scuola e lo studio siano fondamentali nella vita».

Ma l'istituto da lei diretto non è nuovo a iniziative del genere che ha da poco donato una somma di denaro per gli ospiti ucraini della "Casa di Josè" di Caltanissetta.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE