MISTERI E LEGGENDE

HomeMagazineCulturaMisteri e leggende

Una creatura spaventosa vive nei pozzi siciliani: la Marabbecca è un vero mistero

Non si sa esattamente come sia fatta nè da dove origini il suo nome ma tutte le fonti concordano che si tratta di un essere malvagio che divora chiunque si avvicini

  • 8 giugno 2020

Un vecchio pozzo

Per godersi appieno la Sicilia non basta il mare. Il cuore agreste di questa terra sorprendente piena di antichi bagli e masserie abbandonate, una volta attivissime e adesso completamente alla mercè delle intemperie e del tempo, è ricco di storie che meritano di essere raccontate.

Una di queste riguarda una creatura presente nell'isola da diverso tempo, la Marabbecca. Si tratta di un essere con una vorace passione per l'oscurità della quale si nutre per vivere e che, secondo la leggenda, si muove soltanto di notte come un'ombra tra le ombre.

Il suo habitat ideale si trova nei vecchi pozzi che ancora oggi si possono rintracciare in molti paesi della Sicilia. Ma non è facile trovare notizie su questo personaggio, dato che ce ne sono davvero pochissime in giro e purtroppo la tradizione si sta lentamente perdendo.

Tuttavia è lunghissimo l'elenco degli scrittori che hanno tentato di delineare la figura anche se risulta del tutto improbabile che ci siano informazioni corrispondenti al vero. Questa creatura infatti è unica perchè è diabolica nell'arte di non esistere.
Adv
Con estrema cura e soddisfazione odia il giorno: le torce, i fasci luminosi, tutte le fonti di luce. Nessuno potrebbe mai osservarne il corpo senza restarne imprigionato, inghiottito.

Non si esclude però che siano esistiti dei coraggiosi esploratori dell'abisso più profondo della notte siciliana, ma è certo che la loro memoria si sia disintegrata nel momento in cui la strega sia stata osservata nella sua interezza.

'A Marabbecca chiede il sacrificio estremo: l'annullamento. Si vanta di essere il "buco nero" dell'immaginazione; mastica tutto, non lascia residui.

Generazioni di bambini sono cresciuti con il terrore di avvicinarsi ai pozzi per paura che ne saltasse fuori una non meglio identificata creatura. Una sorta di favola dell'uomo nero trasposta in chiave siciliana. Ma una Marabbecca nel pozzo risucchia ogni cosa, anche gli adulti e la speranza di continuare a esistere.

Si racconta che in tempi lontani si impossessò di un pozzo e se ne accorse una donna nel tentativo di tirar fuori dell'acqua. Dalle profondità vide sorgere soltanto il filo mozzato di netto del suo secchio.

Quando comprese amaramente di cosa si trattava, non ci furono tentativi possibili nè piani da parte degli uomini del paese. Chi avrebbe mai avuto il coraggio di affrontarla in tutto quel nero infame?

La consapevolezza della sconfitta dunque è la prima presa di coscienza dell'incontro con una Marabbecca. Così alla fine l'intero villaggio venne abbandonato.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI