ITINERARI E LUOGHI

HomeMagazineTurismoItinerari e luoghi

Una miniera a 500 metri di profondità: nel cuore della Sicilia c'è una "cattedrale di sale"

Ben 130 km di gallerie distribuite in sei livelli. Vi portiamo alla scoperta di una fra le più grandi miniere di sale d'Europa, con una datazione di ben sei milioni di anni

Balarm
La redazione
  • 21 marzo 2021

Nel cuore della Sicilia, nell'entroterra più profondo (e ora vi diciamo perché) si trovano 130 km di gallerie distribuite in sei livelli, che arrivano fino a 500 metri di profondità.

In questa profondità non da poco si trova la miniera di Realmonte, una fra le più grandi miniere di sale d’Europa.

Nel video che vi proponiamo vi portiamo alla scoperta della "cattedrale di sale" realizzata dai minatori, che lì si trovano sempre al lavoro, dedicata a Santa Barbara, protettrice dei minatori appunto.

Ogni 4 dicembre, per la festa della Santa, appunto, viene svolta una messa pubblica in suo onore.

Il sale che si trova a Realmonte, come sottolineato dal geologo Calogero Schembri, ha una datazione di 6 milioni di anni e sarebbe questa la principale differenza tra il sale che si recupera dall'essiccazione e questo che si estrae.

La miniera, che si trova in contrada Scavuzzo, al momento non è aperta al pubblico e, insieme alla miniera di Racalmuto e a quella di Petralia Soprana è una delle tre miniere siciliane di salgemma ancora attive.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

VIDEO RECENTI