LIBRI

HomeMagazineCultura

Una storia d'amore che grida vendetta: il romanzo "La Disobbedienza sentimentale"

Eleonora Lombardo scrive una "saggio romanzato" che impone al lettore di riflettere: in una Palermo silenziosa e monumentale vivono Lucia, Salvatore e Maria Daniela

Mohamed Maalel
Booklover compulsivo
  • 8 marzo 2019

Foto della copertina del libro (particolare)

L’amore senza rancore, l'illusa bellezza della vendetta: sembra essere questo lo slogan perfetto per riassumere in breve “La disobbedienza sentimentale”, un romanzo originale, dai sapori emotivi autentici e chiari.

Il romanzo scritto da Eleonora Lombardo, pubblicato da Cairo, può definirsi come un viaggio alla scoperta dell’evoluzione dell’amore e della vendetta come rifugio apparentemente sicuro.

L’amore è un sentimento non lineare, può racchiudere il dolore dietro varie conclusioni: in questo romanzo è la vendetta la protagonista poco silenziosa, che pagina dopo pagina porta il lettore ad una implicita esplorazione dei propri sentimenti.

Si racconta di una vendetta triplice, verso i sentimenti, la vita professionale e verso Palermo, la città che fa da cornice a questa storia.
A vendicarsi è Lucia, interior design con l’obiettivo di portare il concetto di bello in una città in cui la bellezza è un racconto difficile da narrare.

Oggetto della vendetta è Salvatore, un geologo con la passione dei cavalli da trotto, un amico di infanzia che ricompare dopo vent’anni. Il loro amore sembra nascere tra gli odori dell’Ippodromo della Favorita: Lucia si sente finalmente coinvolta in una relazione.

Ma l’amore spesso tarda a manifestarsi, e la pazienza, accompagnata dall’attesa sentimentale, non può che portare ad un’ovvia conclusione. Salvatore sostituisce Lucia con Maria Daniela, una delle migliori amiche di Lucia. Il dolore è forte e non resta che la vendetta: l’infelicità altrui è l’unico rimedio contro i dolori del proprio cuore.

Tutt’intorno una Palermo silenziosa, che si lascia raccontare nella sua irreale bellezza storica. Il romanzo racconta l’amore, ed è sempre un grosso rischio, soprattutto per i “nuovi” scrittori. Ma Eleonora Lombardo ne conosce i rischi e riesce a dimostrare la non banalità di un sentimento spesso reso solo metaforicamente.

Grazie ad una scrittura schietta e sincera in cui non mancano riferimenti linguistici al suo dialetto, il lettore si trova a fare i conti con le proprie esperienze personali: non è semplicemente la storia di Lucia e Salvatore, ma un saggio romanzato che racconta l’amore ed i suoi pericoli, senza smielate storielle e baci al chiaro di luna.

Eleonora Lombardo ci tira in faccia la realtà, ricordando l’imperfezione dell’amore, ma anche l’incompatibilità della vendetta.

Il libro ha un costo di copertina di 15 euro ed è disponibile in libreria e sulle principali piattaforme online.

articoli recenti