MOBILITÀ

HomeMagazineTerritorioMobilità

Ztl di Natale con gli sconti a Palermo: il pass giornaliero lo paghi a metà prezzo

Assoimpresa Palermo scende in campo per difendere le attività commerciali e stipula un accordo con Amat per incentivare le presenze nel centro storico cittadino

Alessia Rotolo
Giornalista
  • 28 novembre 2019

Uno scorcio di via Roma a Palermo

I commercianti del centro storico di Palermo sono in difficoltà per il calo degli affari causato dalla poca affluenza di clienti per via della Ztl e cercano soluzioni per incentivare gli acquisti in prossimità del Natale ma più in generale per avvivicinare i cittadini palermitani al centro storico.

L'istituzione della Ztl (Zona a traffico limitato) ha generato fin da subito, secondo alcuni commercianti, un calo delle presenze e a farne le spese sono stati in primis le attività situate nelle zone non pedonalizzate, come via Roma. A questo si aggiunge la possibile e concreta possibilità che la Ztl si estenda pure alla notte, su proposta del Comune.

«La Ztl notturna rischia di rappresentare il colpo di grazia per le attività commerciali del centro storico di Palermo, già messe a dura prova dalla mancanza di parcheggi, dall'abusivismo dilagante e da un trasporto pubblico inefficiente». Lo ha detto il presidente di Assoimpresa, Mario Attinasi, nel corso di un'assemblea indetta dall'associazione con i commercianti della zona presso l'hotel Palazzo Sitano.

Assoimpresa non è contro la Ztl, a dimostrazione di ciò ha stipulato un accordo con Amat per l'acquisto di pass a metà prezzo che si troveranno presso i negozi e i locali iscritti. Le "rivendite" agevolate saranno i ristoranti "Balata" di via Roma e "Cagliostro" di corso Vittorio Emanuele, due tra i primi associati a scommettere nel centro storico della città. Le attività associate ad Assoimpresa potranno così rivendere a metà prezzo o regalare il pass giornaliero ai loro clienti.

«Siamo pronti a difendere le imprese con ogni mezzo - ha concluso Attinasi -. Il prefetto non ha chiesto la Ztl notturna, semmai interventi di ordine pubblico e noi siamo pronti a fare la nostra parte con un codice etico che faccia rispettare a tutti le regole. Nessuno vuole il Far West, ma un serio confronto sì».

Seguendo questa visione si immaginano anche altre azioni concrete come una scontistica sul Car sharing cittadino "Amigo" sempre in favore dei clienti dei commercianti del centro storico, in base ad un altro accordo che è in fase di definizione con l'Amat.

Nel corso dell'incontro è stato fatto il punto sulle possibili iniziative da intraprendere sul tema della Ztl notturna. «Il Comune ha deciso di procedere senza alcun confronto con le associazioni di categoria e con chi vive e lavora sul territorio - ha aggiunto Attinasi -, le legittime esigenze di sicurezza non si risolvono con l'ennesima mazzata alle aziende, specie in un momento in cui si sta provando con grande fatica a rilanciare via Roma».

Presenti all'assemblea anche il presidente della commissione Attività produttive del consiglio comunale Ottavio Zacco, il presidente della commissione Urbanistica Giovanni Lo Cascio e il consigliere comunale Fabrizio Ferrandelli. «Il consiglio comunale ha deciso di dialogare con le imprese - ha continuato Attinasi - mostrando buon senso e voglia di evitare lo scontro».

Per Francesco Carnevale, presidente dell'associazione "Via Roma", che ha aderito ad Assoimpresa, «la Ztl notturna può creare difficoltà a un settore che è diventato uno dei motori dell'economia del centro storico».

In questa direzione il presidente della prima circoscrizione Massimo Castiglia sta organizzando un consiglio in strada per un confronto pubblico tra tutti gli attori coinvolti, indetto per il 9 dicembre.

ARTICOLI RECENTI