HomeMagazineTerritorio

Vucciria, indignazione e rabbia di Uwe Jaentsh: il video

L'artista Uwe Jaentsch, indignato per lo smantellamento della sua installazione "Banca Nazion" alla Vucciria di Palermo, sfoga la sua rabbia in un videomessaggio

Claudia D'Alessandro
Giornalista e Coordinatrice sezione eventi di Balarm
  • 12 febbraio 2014

«Il mio lavoro ha un valore. La Piazza Garraffello ha valore». Così inizia il videomessaggio pubblicato dall'artista Uwe Jaentsch, indignato per lo smantellamento della sua installazione "Banca Nazion", che fino a poco tempo fa si innalzava sulla terrazza del palazzo Lo Mazzarino (opera datata 11 settembre 2007, un anno prima della crisi delle banche internazionali), simbolo della nascita di una economia autonoma del quartiere Vucciria.

Parole dure quelle pronunciate dall'artista, che definisce "farabutti" e "incapaci" chi ha distrutto le sue opere, "realizzate con tanto amore, per voi e per il vostro sviluppo economico".

Il video precede la "Serata blitz con Uwe Ti Ama" di venerdì 14 febbraio alla Bohemian Gallery (via Folengo 5). Una performance d’arte di Uwe, durante la quale presenterà per la prima volta ed in esclusiva l’opera "Piazza Garraffello". Il lavoro raffigura - in un dipinto classico realizzato in due mesi di lavoro - la visione e le sue emozioni sulla trasformazione della Piazza Garraffello dal 1999 al 2013. Simbolica la scelta del supporto scelto dall'artista: "Piazza Garraffello" è, infatti, realizzata su lamiere di alluminio, le stesse utilizzate per la messa in sicurezza degli immobili pericolanti del centro storico di Palermo.

ALTRI VIDEO