MANIFESTAZIONI

HomeMagazineCultura

Pianeti e stelle cadenti da osservare degustando: gli eventi estivi a Monte Iato

Due serate dedicate al sistema solare, ai corpi celesti e alle costellazioni da osservare dal parco archeologico di Monte Iato con visite guidate e degustazioni

Balarm
La redazione
  • 3 agosto 2017

Osservazioni astronomiche e degustazioni di prodotti tipici per due eventi che coniugano tutte le variabili del territorio nella cornice dell'area archeologica di Monte Iato.

Si inizia con la serata del 12 agosto, "Piovono Stelle" con l'osservazione delle stelle cadenti, il cui nome tecnico è Perseidi: verrà posto l’accento sulle quattro costellazioni più antiche illustrando i passaggi per arrivare alle 88 costellazioni attuali in occasione di San Lorenzo.

Gli esperti del Planetario mostreranno al telescopio in dettaglio i pianeti Giove e Saturno, e nella seconda parte della serata (dalle 22.30) sarà protagonista la Luna con i suoi crateri, mari e montagne.

Sarà possibile per il pubblico scattare foto del satellite direttamente al fuoco dei telescopi anche con lo smartphone

Si passa poi alla sera del 26 agosto,"A caccia di pianeti...": sarà possibile osservare e conoscere i pianeti, le stelle, i corpi celesti del nostro sistema solare.

Ammirare il cielo notturno non è allora solo una pratica interessante e coinvolgente ma può diventare un'occasione per conoscere e imparare qualcosa in più: grazie ai telescopi altamente professionali del Planetario di Palermo installati a Monte Iato.

Intorno allo studio, alla storia e all'identità del mondo delle stelle c'è un teatro d'eccezione: l’area archeologica di Monte Iato che, a basso inquinamento luminoso, si presta alle osservazioni.

Sempre in occasione delle due serate è prevista la visita didattica all'Antiquarium Case d'Alia insieme agli operatori specializzati che illustreranno la storia dell'area archeologica.

«Il Parco archeologico di Monte Iato fa parte del Polo regionale per i parchi e i musei archeologici - spiega il direttore Francesca Spatafora - Coopculture, a cui sono stati affidati i servizi, ha ideato dei percorsi al tramonto che associano archeologia, astronomia ed enogastronomia. Alla visita guidata del prezioso Antiquarium delle Case D’Alia, che raccoglie testimonianze dell’antica Iato, si accosterà quindi, oltre al teatro, l’osservazione diretta di stelle e pianeti grazie alla collaborazione del Planetario di Palermo, e una degustazione di prodotti tipici della zona. Per cogliere così le più autentiche vocazioni del territorio favorendo una fruizione che integra i diversi valori espressi da questo straordinario sito».

CoopCulture infatti, ente organizzatore dell'evento, ha anche allestito una mostra astronomica e uno schermo per seguire in diretta la proiezione dell’osservazione e ha pensato proprio a tutto: l'esperienza infatti è arricchita dalla degustazione di vini sia delle cantine Sallier de La Tour di Tasca d'Almerita che delle cantine Alessandro di Camporeale.

«Coopculture investe la sua attenzione su Monte Iato credendo fermamente che nei siti minori risieda la vera ricchezza del territorio - spiega Letizia Casuccio, alla testa di Coopculture - la valorizzazione di un luogo passa anche da sinergie costruttive con le aziende locali di enogastronomia. Insieme riusciremo ad attirare il grande pubblico che di solito si dirige su realtà più visitate».

La rilettura di Monte Iato in chiave estiva e di intrattenimento è iniziata all'alba del mese di agosto con l'allestimento di spettacoli e concerti: l'Antiquarium diventa un teatro per la commedia "Il curriculum di Dio" con Paride Benassai per la regia di Alfio Scuderi e con le musiche eseguite dal vivo da Alessio Bondì.

Insieme al "Teatro dei Due Mari" invece il 6 agosto va in scena "Medea" di Seneca e il 19 invece è la volta di "Troiane", (ogni spettacolo prevede un biglietto singolo da 15 euro o l'abbonamento ai tre spettacoli da 20 euro).

Entrambe le serate dedicate all'astronomia iniziano alle 20.45: i biglietti sono in vendita a 6 euro presso il Parco dello Iato e ulteriori informazioni e prenotazioni si possono effettuare scrivendo una mail all'indirizzo sicilia@coopculture.it.

È anche possibile telefonare al numero 091.8577943 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13 o al numero 091.7489995 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13, dalle 14 alle 17 e il sabato dalle 9 alle 14.

articoli recenti