BENESSERE

HomeMagazineTurismo

Terme siciliane a costo (quasi) zero: gli spazi naturali di Vulcano e Segesta

Prendersi cura di sè a costo (quasi) zero è possibile grazie ad alcuni luoghi incontaminati. In Sicilia le terme libere di Vulcano e il Polle del Crimiso a Segesta

Nicoletta Fersini
Giornalista e fotografa
  • 22 giugno 2017

Per prendersi cura del corpo (e della mente) non si devono necessariamente spendere cifre da capogiro: la natura offre sempre una soluzione, come le terme libere sparse qua e là in alcuni angoli di paradiso del globo.

In Sicilia sono due gli imperdibili luoghi del "benessere" a costo (quasi) zero: le terme libere di Segesta, altresì chiamate Polle del Crimiso e le terme di Vulcano.

Le prime sono assolutamente gratuite: costituite da vasche la cui temperatura si aggira tutto l'anno intorno ai 46 gradi, sono utilizzate per bagni termali, fanghi, antroterapia e per curare malattie reumatiche, respiratorie e cutanee.

I bagni liberi di Segesta sono incastonati tra pareti rocciose e circondati da canneti e tamerici, ed è possibile immergersi nelle anse e nelle piccole calette in qualsiasi momento della giornata.

Le terme di Vulcano, invece, sono situate nella piccola isola eolica e offrono dei benefici fanghi termali, delle pozze calde di acqua termale e delle vasche naturali per i bagni sulfurei.

Si paga un costo simbolico d'accesso alla riserva (3 euro) che comprende anche la zona delle fumarole per le inalazioni. Sono aperte dalle 7 alle 20.30 e danno sul mare, consentendo di approfittare delle terme e subito dopo fare un bagno.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

GALLERY RECENTI