Università

HomeFormazioneUniversità

Come cambia l'Università di Palermo nel 2019: dodici corsi di Laurea tutti nuovi

Dalle assunzioni, ai nuovi Corsi di Laurea a Palermo e nelle sedi decentrate, distribuzione delle risorse per ricerca, nuove biblioteche e crescita degli immatricolati

Balarm
La redazione
  • 27 dicembre 2018

Il Chiostro della Facoltà di Legge a Palermo

Sono tante le novità che riguardano l'Università degli Studi di Palermo per il nuovo anno: dalle assunzioni, ai nuovi corsi di laurea a Palermo e nelle sedi decentrate di Trapani, Agrigento e Caltanissetta, alle distribuzioni delle risorse per la ricerca, nuove biblioteche, tutorato e crescita degli immatricolati, ad annunciarle è proprio il Rettore dell’ateneo di Palermo Fabrizio Micari.

Per Palermo i nuovi corsi saranno quelli di Ingegneria Edile, Innovazione e Recupero, Ottica e optometria (Corso ad orientamento professionale), Nursing (Interamente in inglese), Tecniche audioprotesiche (abilitante alla professione sanitaria di audioprotesista), Ingegneria biomedica, Transnational German Studies (Corso interateneo con Atenei stranieri – a titolo congiunto), Mediterranean Food Science and Tecnology (Corso interamente in inglese) e Ingegneria Elettrica per la E-mobility (già Ingegneria Elettrica con sede a Caltanissetta).

Per Agrigento nuovi corsi in: Architettura ed Ambiente costruito, Economia e Amministrazione Aziendale, Scienze dell’educazione e Servizio Sociale.

Per Caltanissetta nuovi corsi di laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie, Ingegneria Biomedica e Medicina.

A Trapani arriva: Scienze del Turismo, Consulente giuridico di impresa e Giurisprudenza. Per Marsala abbiamo il nuovo corso di Viticoltura ed enologia.

Per il nuovo anno accademico novità anche per quanto riguarda il numero chiuso in alcune facoltà. Saranno nove i corsi di studio ad accesso libero: Informatica, Ingegneria ambientale, Ingegneria Civile, Ingegneria Cibernetica, Ingegneria dell’Innovazione per le Imprese Digitali, Ingegneria Elettronica, Ingegneria Chimica e Biochimica, Ingegneria dell’Energia e delle Fondi rinnovabili e Viticoltura ed Enologia (con sede a Marsala).

Con il bilancio di previsione 2019 UniPa destina risorse in particolare per: cento le borse di dottorato di ricerca (erano 78 nel 2018).

Finanziamento della ricerca di base: previsti 750mila euro per il Fondo finalizzato alla Ricerca (FFR), previsti 200mila euro in più per l’acquisto di nuove risorse per le biblioteche, previsti 150mila euro per il potenziamento del tutorato, il finanziamento di progetti per l’incoming di studenti stranieri, previsti infine 300mila euro per il potenziamento di aule e laboratori.

«Possiamo ritenerci ampiamente soddisfatti dei risultati conseguiti nel corso di quest’anno, segnato dall’aumento del numero delle matricole, indice certamente molto positivo – ha affermato il Rettore Fabrizio Micari – Abbiamo progettato una nuova offerta formativa 2019/2020. Stiamo aprendo il più possibile a tutti l’accesso ai corsi, eliminando progressivamente il numero chiuso. Con il bilancio di previsione – ha sottolineato – UniPa ha deciso di destinare ingenti risorse per incentivare la ricerca, in particolare per le borse di dottorato e aumentare i servizi di tutorato, biblioteche e potenziamento delle aule. Prima del blocco previsto dalla manovra economica - ha concluso il Rettore - chiudiamo l’anno con oltre 70 assunzioni: 41 di ricercatori e 32 di personale tecnico-amministrativo».