DECRETO

HomeMagazineTerritorioAttualità

Coronavirus, l'autocertificazione per uscire di casa cambia ancora: scarica il nuovo pdf

Lo prevede una circolare inviata ai prefetti dal capo della Polizia per definire in modo più chiaro le motivazioni che possono consentire gli spostamenti dei cittadini

Balarm
La redazione
  • 23 marzo 2020

A seguito del nuovo decreto del presidente del Consiglio Giuseppe Conte pubblicato in Gazzetta Ufficiale e annunciato in diretta la sera di sabato 21 marzo cambia nuovamente il modulo per l'autocertificazione dei cittadini che, per motivi di lavoro, di salute o per necessità sono costretti a spostarsi dalla propria abitazione.

Lo prevede una circolare inviata ai prefetti dal capo della Polizia, Franco Gabrielli, che serve a definire in modo più chiaro le motivazioni che possono consentire gli spostamenti permessi per "comprovate esigenze lavorative", per "esigenze di assoluta urgenza" e per "motivi di salute".

Il nuovo modulo scaricabile in pdf potrà essere scaricato anche dal sito del Viminale o, in assenza di stampante, potrà anche essere ricopiato a mano. Nel nuovo modulo è prevista la dichiarazione sia della residenza che del domicilio, indicando l'intero tragitto che si sta compiendo e la motivazione.

Rientra tra gli spostamenti di lavoro il «tragitto (anche pendolare) effettuato dal lavoratore dal proprio luogo di residenza, dimora e abitazione al luogo di lavoro».

Rientrano nelle «esigenze di assoluta urgenza anche i casi, che si stanno ripetendo con una certa frequenza in questi giorni, in cui l'interessato si rechi presso grandi infrastrutture del sistema di trasporti per trasferire propri congiunti alla propria abitazione».

ARTICOLI RECENTI