STORIE

HomeMagazineCulturaMusica

Da Alcamo a Londra ecco Luciana: soprano con il "vizio del jazz" e la Sicilia nel cuore

Il canto, e la musica in generale, sono la sua grande passione da quando ha 13 anni. Dal 2016 si è stabilita a Londra, città che è un grande stimolo professionalmente

Rosa Guttilla
Giornalista
  • 18 settembre 2020

Luciana Di Bella

«Sei italiana? No, siciliana». Risponde così Luciana Di Bella alle persone che conosce a Londra, dove si è trasferita da qualche anno, perchè lei la Sicilia la porta nel cuore, alta come una bandiera, ovunque vada.

Nata ad Alcamo, nel Trapanese, Luciana Di Bella si definisce una soprano con il "vizio del jazz" che, da quando ha 13 anni, vive di musica, cercando sempre nuove strade di crescita e di scoperta, personale e professionale.

È il 2016, infatti, quando, dopo averci pensato per circa un anno, decide di lasciare la Sicilia alla volta di Londra, organizzando la partenza in venti giorni.

«Avevo bisogno di vedere chiaro dentro di me - ci ha detto Luciana Di Bella - di uscire dalla routine di ogni giorno e mettermi alla prova in contesti completamente diversi».

Dopo anni che risiede a Londra, che per Luciana è stata una "grande madre" accogliente, tra momenti difficili e grandi soddisfazioni la cantante si è esibita a Palermo in un concerto ospitato dalla rassegna Settembre al Riso, riscutendo, insieme all'ensemble che componeva il cast artistico, grande successo di pubblico.



«Ad un certo punto bisogna avere il coraggio di fare l'artista e non solamente essere un 'lavoratore dello spettacolo'; questa è stata per me la spinta che mi ha portato a lasciare la Sicilia e andare a Londra. Questa è la terra della grande bellezza ma anche dei grandi dolori dove è facile appiattirsi nella routine o 'piegarsi' alle difficoltà che non permettono al talento di essere nutrito e crescere. L'esperienza londinese, al di là dei fatti recenti dovuti alla Brexit e alle restrizioni dettate dalle norme anti-Covid 19, mi ha permesso di confrontarmi con artisti provenienti da tutto il mondo ampliando la mia visione come cantante e professionista».

«Dico sempre che la musica mi viene a prendere ovunque io sia, è stato così qui a Londra dove è bastato mettere un'inserzione e in poche ore mi hanno subito contattato per prendere lezioni di canto, ed è stato lo stesso quando, appena adolescente, ho incontrato la musica».

Sorriso smagliante e un'eleganza innata Luciana Di Bella si ritiene un''arlecchino esistenziale' che è approdata alla musica per caso.

«Avevo 13 anni quando mia mamma mi impose di esibirmi con mio fratello, che aveva un piccolo gruppo musicale che suonava in un oratorio ad Alcamo. Io ero restia perchè sono sempre stata molto timida e anche perchè ero una ragazza molto alta per la mia età, dettaglio che mi metteva in imbarazzo non poco. Ricordo benissimo che mia madre perentoria che disse 'se non canti con tuo fratello non ti faccio uscire più'. Obbedii e da quel giorno non abbandonai più musica e canto».

Luciana Di Bella ne ha fatta di strada da allora: dopo anni di studio e approfondimenti - è laureta al Conservatorio in Canto Lirico - vive e insegna stabilmente a Londra dove si augura, sperando che presto la vita sociale torni alla normalità, di tornare a calcare i palcoscenici condividendo con il pubblico l'energia della Sicilia che porta sempre con sè.

ARTICOLI RECENTI