TURISMO

HomeInformagiovaniBandi e opportunità

Dopo la crisi, il rilancio del turismo in Sicilia: per le guide turistiche c'è un bando da 4 milioni

La Regione ha dato il via libera al terzo bando del progetto "See Sicily" dedicato alle guide turistiche. Ecco i dettagli su come presentare la domanda e le scadenze

Balarm
La redazione
  • 27 novembre 2020

Dopo gli albergatori ecco il momento delle guide che operano nel settore turistico in Sicilia e che hanno subito perdite economiche a causa del Coronavirus.

La Regione ha dato il via libera al terzo bando del progetto "See Sicily" con il quale si invitano guide turistiche, guide escursionistiche, guide alpine e vulcanologiche, accompagnatori turistici, guide subacquee e diving a presentare manifestazione di interesse per l'acquisto dei servizi di escursione, da parte del dipartimento del Turismo della Regione Siciliana.

L'avviso dell'assessorato regionale del Turismo ha un plafond di oltre 4 milioni di euro: in particolare due milioni per le guide turistiche, 1,1 milioni per gli accompagnatori tour, 469.800 per le guide subacquee immersioni, 115.200 per guide alpina e vulcanologica e 218.700 diving immersioni - battesimo del mare.

Le manifestazioni d'interesse si potranno presentare tra il 2 e il 17 dicembre e dovranno pervenire, sottoscritte digitalmente, attraverso la piattaforma informatica dedicata. Eventuali richieste di chiarimenti e informazioni in ordine al presente avviso, potranno essere richieste al numero di telefono 091 7078277 oppure all'indirizzo e-mail voucherturismo@regione.sicilia.it entro e non oltre 5 giorni prima della scadenza del termine per la presentazione della manifestazione di interesse.



«Dopo i due avvisi relativi all'acquisto di notti dalle strutture ricettive e quelli delle agenzie di viaggio e tour operator - dice l'assessore Manlio Messina -avevamo assicurato la giusta attenzione come governo Musumeci e, quindi, ecco il terzo bando che si rivolge alle guide . Anche questo settore, fondamentale nella filiera del turismo, è stato messo in ginocchio dalla crisi economica legata all'emergenza sanitaria con gravissime perdite.

L'obiettivo - aggiunge - resta sempre uno, quello di promuovere la Sicilia come meta ideale per le vacanze attraverso l'acquisizione da parte della Regione di servizi turistici che saranno, successivamente, resi disponibili ai turisti gratuitamente, tramite i cosiddetti 'voucher'. Gli uffici regionali hanno perfettamente collaborato, in particolare desidero ringraziare l'Autorità regionale per l'innovazione tecnologica che ha fornito un importante supporto tecnico amministrativo per la realizzazione della piattaforma che supporta la gestione dell'iniziativa».
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI