MEMORIA

HomeMagazineSocietàAttualità

Felicia ne sarebbe stata orgogliosa: un liceo di Terrasini è intitolato a Peppino Impastato

L'iniziativa "per ricordare" è stata portata avanti dalla dirigente scolastica del liceo Chiara Gibilaro e ha riscosso un consenso unanime di docenti e alunni

Balarm
La redazione
  • 12 dicembre 2019

Sicuramente se fosse stata ancora viva sua madre Felicia ne sarebbe stata orgogliosa. Il collegio dei docenti del liceo scientifico di Partinico ha approvato all’unanimità l’intestazione del liceo linguistico di Terrasini a Peppino Impastato. La decisione è stata seguita da un lungo e caloroso applauso.

La decisione è stata portata avanti dalla dirigente scolastica Chiara Gibilaro ed ha riscosso un consenso unanime di docenti e alunni.

«Ho portato avanti questa proposta, - spiega la dirigente al giornale online Antimafiaduemila - dal momento in cui mi è stata affidata questa scuola, in considerazione del fatto che Peppino Impastato appartiene non solo a Cinisi ma anche a Terrasini, che è stata la sede di Radio Aut, l’emittente da lui creata. Ma la scelta è stata suggerita anche dal valore di un uomo unanimemente riconosciuto come uno dei più alti esempi di lotta contro la mafia, per una piena libertà d’espressione e per la costruzione di una società senza ingiustizie sociali».



«Nel difficile campo dell’educazione alla legalità Peppino Impastato rappresenta l’altra faccia di un modello educativo che, al di là della passiva obbedienza sa stimolare autonomia di idee e capacità di valutazione critica. Posso anche annunciare che sulla facciata della scuola sarà realizzato, con la collaborazione di alunni e docenti, un murales con l’immagine di Peppino Impastato».

Impastato ha studiato presso il liceo classico di Partinico, che oggi è una sezione staccata dello scientifico e la strada in cui è ubicata la scuola è già intestata a lui.

Per l’intitolazione ufficiale sarà avviato l’iter che prevede anche l’approvazione da parte del consiglio d’istituto e dell’istituto di Storia Patria. Soddisfazione ha espresso anche il sindaco di Cinisi Giangiacomo Palazzolo, sotto la cui giurisdizione territoriale ricade l’immobile.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI