MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

Gualazzi, Molinari, Gazzè (e gli altri): i concerti del "Sicilia Jazz Festival" a Palermo

Dodici giorni di musica. Una seconda edizione ricca di artisti internazionali, tra cui gli Snarky Puppy, Dianne Reeves, Paolo Fresu e tanti altri. Il programma completo e dove acquistare i biglietti

Balarm
La redazione
  • 27 maggio 2022

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori

Max Gazzè, Simona Molinari e Raphael Gualazzi

Max Gazzè, Raphael Gualazzi, Simona Molinari, Dianne Reeves e Paolo Fresu: sono solo alcuni dei grandi artisti che faranno tappa a Palermo per il Sicilia Jazz Festival 2022. Dopo il grande successo registrato dalla prima edizione dello scorso anno, la rassegna dedicata alla musica Jazz torna con un cartellone ricco di concerti, dal 24 giugno al 5 luglio.

La manifestazione porterà in città artisti internazionali con produzioni in esclusiva europea e prime assolute per 12 giorni consecutivi. I concerti si terranno in 4 luoghi differenti tra il Teatro di Verdura, il Real Teatro Santa Cecilia, il Complesso di Santa Maria dello Spasimo e Palazzo Chiaramonte Steri, con l’Orchestra Jazz Siciliana che accompagna i big (qui il programma dei concerti).

Il Festival è frutto della collaborazione tra l’assessorato regionale del Turismo, il Comune di Palermo, Università degli Studi di Palermo, la Fondazione the Brass Group e i Conservatori di Musica siciliani.



La seconda edizione sarà dedicata alla pace e alla solidarietà, perché la musica è un linguaggio universale, da tutti compreso senza limiti di età e di genere, senza limiti di appartenenza e di razza. Il jazz, riconosciuto nel 2011 dall’UNESCO Patrimonio Immateriale dell’Umanità, è il genere musicale improntato - sin dalle sue origini - al dialogo interculturale, alla tolleranza e alla comprensione reciproca. E quest'anno è più che mai strumento di unione e umanità, in un periodo di tragedia e guerra.

Un messaggio di pace che viene gridato con le note del jazz da tantissimi artisti impegnati in produzioni musicali originali, talvolta inedite, spesso in esclusive nazionali e talvolta in prime assolute.

Altra novità del Sicilia Jazz Festival edizione 2022 è la partnership che il Brass Group è riuscita a creare con una delle più importanti Orchestre europee, la Concertgebouwn Jazz Orchestra, che si esibirà allo Steri il 24 ed il 25 giugno con la grande artista olandese Trijntje Oosterhuis, i solisti Vito Giordano e Orazio Maugeri, con la Direzione di Domenico Riina.

Gli artisti e i concerti: il programma
Tra gli artisti internazionali che saliranno sul palco, ci saranno, in prima assoluta in Sicilia, gli Snarky Puppy (5 luglio), la band jazz e fusion di Brooklyn guidata dal bassista, compositore, produttore Michael League, e vincitrice di diversi premi, tra cui nel 2017 il Grammy Award per Migliore Album Strumentale Contemporaneo. Down Beat li ha considerati la "Miglior band dell’anno".

Altro fiore all’occhiello del festival, la cantante jazz statunitense Dianne Reeves (1 luglio), conosciuta tanto per le sue performance live, quanto per i suoi dischi. Insieme con le sue pari Dee Dee Bridgewater, Diana Krall e Cassandra Wilson, la Reeves è considerata una delle più importanti interpreti femminili di jazz del nostro tempo.

Ancora altri nomi di spicco: Paolo Fresu (24 giugno), Raphael Gualazzi (26 giugno), Sarah Jane Morris (25 giugno), Max Gazzé (28 giugno), New York Voices (27 giugno), Fay Claassen (29 giugno), Tom Seals (30 giugno), Ivan Lins & Jane Monhait (2 luglio), Simona Molinari (3 luglio), Christian McBride (4 luglio).

Gli artisti saranno accompagnati dall’Orchestra Jazz Siciliana, protagonista assoluta al Teatro di Verdura e diretta da diversi Maestri tra cui, Gabriele Comeglio, Vito Giordano, Gavino Mele, Antonino Pedone, Domenico Riina, Piero Romano, Giuseppe Vasapolli (consulta qui il programma dettagliato dei concerti).

Anche quest'anno verranno coinvolte le Marching Brass Street Band che gireranno lungo le vie del centro storico per far respirare aria di musica e note in jazz come segno tangibile di vita e di movimento.

Ma non è finita qua. Il cartellone continua ad arricchirsi con le esibizioni dedicate ai cinque conservatori siciliani. Saranno presenti, con svariate esibizioni, i dipartimenti jazz dei conservatori “Alessandro Scarlatti” di Palermo, “Arcangelo Corelli” di Messina, “Antonio Scontrino” di Trapani, “Arturo Toscanini” di Ribera e l’Istituto Superiore di Studi di Musicali “Vincenzo Bellini” di Catania. Tutti i conservatori avranno spazi dedicati con tante performances grazie alle loro orchestre giovanili dirette e accompagnate dai docenti, ognuno per le competenze artistiche musicali.

Il Sicilia Jazz Festival infine vede la partecipazione di artisti jazz residenti nel territorio siciliano, tra questi Gianni Gebbia, Rita Collura, Alessandra Bertolino, Francesco Nicolosi, le Cordepazze, il Jazz Out Project Trio, Marianna & Joe Costantino Group e tanti altri ancora.

Il Jazz Village e gli eventi collaterali
Oltre ai momenti musicali, sono previste anche presentazioni di libri e rappresentazioni video che avranno come tematica l’importanza della musica jazz quale strumento di libertà e pace. Altro protagonista del Festival sarà il Jazz Village con una Scenografia-Installazione innovativa a cielo aperto.

L’installazione sarà realizzata in tutta l’area del Village, ossia a piazza Marina, piazza Croce dei Vespri e piazza Teatro Santa Cecilia, complesso monumentale di Santa Maria dello Spasimo, Real Teatro Santa Cecilia, Palazzo Chiaromonte-Steri.

Info e biglietti
I concerti al Teatro di Verdura sono suddivisi per gruppi: gruppo A (Paolo Fresu, Raphael Gualazzi, Max Gazzè, Dianne Reeves, Snarky Puppy), il cui costo di un biglietto per il singolo concerto può variare da 15 euro (4° settore) a 30 euro (1° settore); gruppo B (Sarah Jane Morris, Ivan Lins, Christian Mc Bride, Simona Molinari), il cui costo del ticket varia da 10 euro (4° settore) a 20 euro (1° settore); infine gruppo C (New York Voices, Fay Classen, Tom Seals), il cui biglietto per singolo concerto è 10 euro.

Sono previsti anche gli abbonamenti ai 12 concerti al Teatro di Verdura, con prezzi che variano dai 100 euro ai 90 euro.

Per quanto riguarda i concerti negli altri luoghi del Jazz Village (Steri, Teatro Santa Cecilia e Spasimo) il biglietto singolo giornaliero è 5 euro. L'abbonamento a tutti i concerti è di 25 euro.

Tutti i biglietti per i concerti sono acquistabili online oppure fisicamente al Real Teatro Santa Cecilia (via Piccola del Teatro Santa Cecilia 5), da martedì a sabato ore 9.30 alle 12.30, e al complesso monumentale dello Spasimo (via dello Spasimo 13) da lunedì a venerdì, dalle ore 15.00 alle 19.00.

Per tutta la durata del Festival (24 giugno-5 luglio) tutti i siti dell'area village saranno aperti anche come botteghino a partire dalle ore 16.30.

Per maggiori informazioni su biglietti e abbonamenti si può telefonare ai numeri 091 7782860 o 334 7391972; oppure ancora scrivere un'email a info@thebrassgroup.it o collegarsi ai siti del Sicilia Jazz Festival e della Fondazione The Brass Group.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE