TENNIS

HomeMagazineSport

I momenti più belli della partita che ha scritto la storia: Cecchinato al Roland Garros

Definito "monumentale", il palermitano Marco Cecchinato batte Novak Djokovic ai quarti di finale del Roland Garros 2018: da 40 anni un italiano non arrivava qui

Balarm
La redazione
  • 7 giugno 2018

"Giant killer", l’uccisore di giganti, l'account twitter del Roland Garros definisce così il giovane Marco Cecchinato dopo la vittoria sull’ex numero uno Novak Djokovic il 5 giugno 2018. Una vittoria riconosciuta anche dallo stesso Djokovic che a fine partita abbraccia l’avversario mentre il pubblico intonava “Seven Nation Army”, la colonna sonora che ha accompagnato l’Italia campione del mondo nel 2006.

Il Coni ha invece celebrato il successo scrivendo, sempre su twitter, a caratteri cubitali: "MONUMENTALE".

È il primo italiano in 40 anni a raggiungere i quarti di finale del Roland Garros: si è qualificato alle semifinali del Roland Garros surclassando l’ex numero 1 al mondo ed è così entrato tra i migliori quattro giocatori sulla terra rossa della capitale francese.

Un traguardo davvero storico per il palermitano Ceck, l'ultimo italiano arrivato a questo punto è stato appunto 40 anni fa Corrado Barazzutti.

Il prossimo ostacolo di Marco Cecchinato è Dominik Thiem, 24enne austriaco numero 8 del mondo: la partita, venerdì 8 giugno, sarà guardata da tutti gli italiani.

articoli recenti