CINEMA

HomeMagazineCulturaCinema

Il battesimo mafioso in chiave comica: primo ciak a Palermo per il corto "La Puncitina"

Raccontare e parlare di mafia, in una chiave comica, che ridicolizza chi ne fa parte, è il messaggio del cortometraggio diretto da Grazia Bottiglieri, tra gli allievi di Piano Focale

Balarm
La redazione
  • 14 maggio 2021

Il set del cortometraggio "La Punticina"

Iniziano le riprese del cortometraggio "La puncitina" opera prima di Grazia Bottiglieri, tra gli allievi della scuola di cinema Piano Focale di Palermo, diretta da Giuseppe Gigliorosso.

Protagonisti della storia sono Gino Carista, Roberto Spicuzza e Ciro Chimento.

Ironizzando sul tipico battesimo mafioso, la storia racconta il giuramento in Cosa nostra di un giovane di nome Kevin.

Raccontare e parlare di mafia, in una chiave comica, che ridicolizza chi ne fa parte, è il messaggio del cortometraggio, che la regista ha fortemente voluto portare sullo schermo.

Gli autori della fotografia sono Giulia Costumati e Bruno Bonafede, mentre la sceneggiatura è scritta in collaborazione con Rosita Ferraro.

Il corto che avrà una capillare diffusione, vuole specialmente arrivare ai giovani anche con un contenuto didattico-educativo anche se non mancheranno i contenuti comici.

Le riprese che dureranno 3 giorni, avranno inizio a fine maggio e saranno realizzate tra i Cantieri Culturali alla Zisa e Villa Riso a Palermo.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI