ATTUALITÀ

HomeMagazineSocietàAttualità

In Sicilia anche gli arcobaleni sorridono: la foto scelta dalla Nasa è ora simbolo di pace

La foto di un arcobaleno, scattata a Marina di Ragusa da una fotografa siciliana, è stata scelta dall'Agenzia spaziale americana perché immortala uno splendido fenomeno naturale

Balarm
La redazione
  • 11 marzo 2022

Foto di Marcella Giulia Pace

In Sicilia anche gli arcobaleni sorridono e se n'è accorta persino la Nasa. Non è un caso infatti che l'Agenzia spaziale americana abbia scelto come foto del giorno un'immagine scattata a Marina di Ragusa, il 24 febbraio scorso, che ritrae un arco circumzenitale, altrimenti conosciuto come l'Arcobaleno che sorride.

Autrice dello scatto è Marcella Giulia Pace, astrofotografa siciliana e insegnante di scuola primaria.

«Vuoi vedere un sorriso arcobaleno? Guarda vicino allo zenit (dritto in alto) quando il sole è basso nel cielo e potresti - scrive nel post la Nasa -. Questo esempio di alone di ghiaccio noto come arco circonzenitale è stato catturato sopra una cima di palma proveniente da Ragusa, in Sicilia il 24 febbraio. Gli archi vividamente colorati sono spesso chiamati arcobaleni sorridenti a causa della loro curvatura e colori capovolti.

Per gli archi circonzenitali lo zenit è al centro e il rosso è all'esterno, rispetto agli arcobaleni i cui archi si piegano verso l'orizzonte dopo un acquazzone. I veri arcobaleni sono formati da goccioline d'acqua che rifrangono la luce del sole per produrre uno spettro di colori, però. Gli archi circumzenitali sono il prodotto della rifrazione e della riflessione in cristalli di ghiaccio esagonali piatti, come i cristallo di ghiaccio che creano cani da sole, formati in nuvole alte sottili».

"L'arcobaleno che sorride" è diventato sui social un simbolo di pace.

«Approfitto della visibilità planetaria di questa cartolina e, con l'affrancatura della NASA, la spedisco ai potenti della Terra, perché capiscano che in Natura non c'è violenza, non c'è guerra. In natura la vita va lasciata in PACE», scrive l'astrofotografa. Il riferimento, ovviamente, è alla drammatica guerra in Ucraina.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE