SERIE TV

HomeMagazineCulturaCinema

L'adolescenza ai tempi di Trump: la serie tv del regista palermitano Luca Guadagnino

Il regista debutta in tv con "We are who we are": una sorta di commedia umana composta da otto episodi in cui emerge il suo inconfondibile stile cinematografico

Balarm
La redazione
  • 7 ottobre 2020

I protagonisti sono due adolescenti americani che, insieme alle loro famiglie, vivono in una base militare americana in Italia.

Luca Guadagnino, il regista palermitano di "Chiamami con il tuo nome", porta per la prima volta il suo inconfondibile stile cinematografico in tv con una serie Sky-Hbo. "We are who we are" è composta da otto episodi (anche se il regista preferisce parlare di un "film in otto atti") e debutta il 9 ottobre su Sky Atlantic e in streaming su Now Tv, prodotta da Sky-HBO con Lorenzo Mieli per The Apartment e Mario Gianani per Wildside.

L’adolescenza, il cambiamento, un inno alla libertà del corpo dei giovani che stride con la rigidità dell’immaginaria base militare vicino Chioggia. La serie di Guadagnino ha ricevuto un’accoglienza trionfale da parte della critica internazionale, dopo la presentazione in prima mondiale al festival di San Sebastian.

"We are who we are" è una sorta di commedia umana che racconta come ai giorni nostri (la serie è ambientata tra la campagna elettorale per le presidenziali del 2016 e l'elezione di Trump) un gruppo di espatriati in una base militare vive le proprie idiosincrasie, desideri e nevrosi.



Da una parte c’è Fraser, interpretato da Jack Dylan Grazer, un quattordicenne timido e introverso che da New York si trasferisce in Veneto con la madre Sarah (Chloë Sevigny) e la compagna Maggie (Alice Braga), entrambe in servizio nell’esercito statunitense.

Dall’altra c’è Caitlin, interpretata da Jordan Kristine Seamón, un’adolescente apparentemente spavalda e sicura di sé che vive da anni con la sua famiglia nella base e parla italiano.

Rispetto al fratello maggiore Danny (Spence Moore II), Caitlin ha un rapporto più stretto con il padre Richard (Kid Cudi) che con la madre Jenny (Faith Alabi), con la quale la comunicazione è più difficile anche per le piccole cose.

Caitlin, leader del suo gruppo di amici formato, tra gli altri, da Britney (Francesca Scorsese, figlia ventenne del regista Martin), schietta e sessualmente disinibita, Craig (Corey Knight), allegro e bonario soldato di circa vent’anni, Sam (Ben Taylor), geloso ragazzo di Caitlin che è anche il fratello minore di Craig, ed Enrico (Sebastiano Pigazzi), spensierato diciottenne veneto con un debole per Britney.

Quest'ultimo, nipote di Bud Spencer, è sicuramente il personaggio più interessante e sfaccettato della serie che, già dalle prime immagini, restituisce tutto l’universo emotivo ed emozionale al quale Luca Guadagnino è da sempre legato.

VIDEO RECENTI