CINEMA

HomeMagazineCulturaCinema

"La mafia non è più quella di una volta": il killer racconta i sentimenti prima di sparare

Il pentito Gaspare Mutolo, tra i protagonisti della pellicola di Franco Maresco premiata a Venezia, narra in video le fasi e le regole d'onore che hanno preceduto un omicidio

Balarm
La redazione
  • 14 gennaio 2020

La mafia e la sua "dignità", perché lei, come narra il film di Franco Maresco "La mafia non è più quella di una volta", è cambiata e non rispetta più certe regole di comportamento come avvenuto, ad esempio, nel caso dell'omicisio raccontato dal pentito Gaspare Mutolo.

Per uccidere un ragazzo, i killer hanno aspettato prima che si allontanasse dalla madre "per non darle dispiacere", ma poi hanno dovuto attendere anche che la vittima designata si intrattenesse con una ragazza per qualche ora e sempre "per non darle dispiacere".

Una fotografia amara e insieme struggente, quella ripresa da Franco Maresco di un mondo criminale in costante evoluzione. Il film "La Mafia non è più quella di una volta", lo ricordiamo, è stato vincitore del premio speciale della giuria alla 76esima Mostra del Cinema Di Venezia.

VIDEO RECENTI