ITINERARI E LUOGHI

HomeMagazineCulturaItinerari e luoghi

La Sicilia riparte: cosa si può visitare (e cosa no) al Parco Archeologico della Valle dei Templi

Col ritorno della Sicilia in zona gialla, finalmente, riaprono il Parco archeologico della Valle dei Templi e i principali monumenti cittadini. Ecco i nuovi orari in vigore

Balarm
La redazione
  • 18 febbraio 2021

La biglietteria del Parco archeologico della Valle dei Templi

Una giornata tersa e fredda, ma già all'apertura, dietro i cancelli della Valle dei Templi, c'era qualcuno in attesa nel primo lunedì in "zona gialla" (15 febbraio) della Sicilia.

L'area archeologica ha riaperto dopo tre mesi di lockdown e, almeno per il momento, rimane visitabile dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 14.00 e dalle 15.00 alle 19.00 (uscita un’ora prima della chiusura e week end escluso).

Oltre quaranta visitatori nel primo giorno di apertura, ad ingressi contingentati e con una grandissima attenzione alle norme di sicurezza.

Tra i primi a varcare l'ingresso, due famiglie di stranieri, una californiana che vive a Catania e un gruppo di appassionati cinesi. Al lavoro dietro i vetri della biglietteria Giunone, sono tornati i giovani di Coopculture.

«Un segno di ripartenza importante - dice il direttore della Valle dei Templi, Roberto Sciarratta -. Speriamo di poter riaccogliere tutto il nostro pubblico al più presto».



La Valle dei Templi, come dicevamo, è aperta dal lunedì al venerdì, in quanto, come previsto dal Dpcm, i siti culturali rimangono chiusi nel fine settimana.

Tra i monumenti cittadini all'interno del Parco archeologico riaprono il Museo archeologico “Pietro Griffo”, in contrada San Nicola (dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 14.00) e il Museo Civico Santo Spirito (dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 13:00 e il martedì e giovedì anche dalle 15.00 alle 19.00).

Rimane chiusa per lavori di restauro, invece, la Casa-Museo Luigi Pirandello. Anche l’area archeologica di Eraclea Minoa resta chiusa al pubblico fino a nuova comunicazione per lavori di manutenzione.

Sono state anche prorogate per tre mesi le card annuali che permettono l'accesso illimitato alla Valle. Per motivi di sicurezza, le nuove card (acquistabili online o nelle biglietterie del Parco), saranno solo in formato digitale.

Quanto agli abbonamenti, quelli scaduti tra il 6 novembre 2020 e il 14 febbraio 2021 restano validi fino al mese di maggio 2021. Ulteriori informazioni sui costi dei biglietti e delle visite sono consultabili online.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI