CULTURA

HomeMagazineCultura

Al Museo delle Marionette il Festival di Morgana

L’amore di Orlando sarà il protagonista degli spettacoli di opera dei pupi, concerti, un convegno e due mostre, organizzato dal Museo delle Marionette

  • 28 ottobre 2010

L’amore di Orlando per la bella Angelica sarà la chiave di volta che da venerdì 5 a domenica 21 novembre terrà unita la 35˚ edizione del "Festival di Morgana", evento organizzato dal Museo Internazionale delle Marionette Antonio Pasqualino (piazzetta Antonio Pasqualino 5, Palermo) e diretto da Rosario Perricone con il contributo dell'assosserato regionale al Turismo. Saranno due settimane interamente dedicate all’Orlando innamorato, riletto attraverso spettacoli di opera dei pupi, recital, concerti, un convegno e due mostre. In contemporanea, per tutta la durata dell’evento, il Festival di Morgana uscirà dalle mura del Museo Antonio Pasqualino per riempire i teatri ancora attivi delle province siciliane: da Catania a Messina, da Siracusa ad Agrigento, fino a Trapani.

A Palermo il Festival partirà sabato 6 novembre alle ore 21.15, (con replica domenica 7) con una produzione in anteprima nazionale di e con Vincenzo Pirrotta, “Boiardo: l’amore, la guerra e la morte”. Si prosegue lunedì 8 novembre ore 21.15, con Davide Enia in “Cafùdda più forte amore mio baci, boffe e paladini”; martedì 9 novembre alle 21.15 sarà di scena “Boiardi Bastardi”, per la regia di Giovanni Calcagno, teatro di animazione proposto da “La Casa dei Santi”. Mercoledì 10 novembre sarà la volta della performance interattiva proposta dal Teatro del Suono - Curva Minore con “Orlando d’Amor e…vivo in cuor”; giovedì 11 novembre sempre alle 21.15 opera dei pupi con la Marionettistica dei fratelli Napoli di Catania, e venerdì 12 novembre alle ore 21.15, ecco lo spettacolo “Paladini di Francia” con i Cantieri Teatrali di Koreja teatro Stabile d’Innovazione del Salento. Giovedì 11 e venerdì 12 novembre il Museo Antonio Pasqualino organizzerà anche un convegno internazionale, dal titolo “L’Orlando innamorato tra oralità e scrittura”, che avrà tra i suoi ospiti i maggiori studiosi e antropologi della materia.



Si continua sabato 13 novembre con un altro spettacolo, sempre alle ore 21.15: Maggio Epico con “L’Orlando Innamorato” della Compagnia Monte Cusna. Domenica 14 novembre alle ore 18.30 (con repliche alle 21 e alle 21.30) teatro di azione e figura con Salvatore Ragusa. Lunedi 15 novembre l’associazione Liberiteatri porterà in scena alle ore 21.15 “Turpis Gyrovagus Vanus – esperimenta da testi medievali”; e martedì 16 novembre alle ore 21.15 ecco Salvo Piparo, con “Scilinguagnolo”.
Mercoledì 17 e giovedì 18 novembre sarà dato spazio alla musica: mercoledì alle ore 21.15 “Senza arme son vinto da una fanciulla”, concerto del Teatro di canto popolare Ditirammu, e giovedì “Il Rinascimento di Orlando” con l’Associazione per la Musica Antica Antonio Il Verso. Venerdì 19 novembre alle ore 21.15 sarà di scena “Angelica” di e con Filippo Luna; sabato 20 novembre alle ore 21.15 “Orlando innamorato in pillole” della Compagnia Teatro Nuovo Scandiano di Reggio Emilia. Il Festival calerà il sipario domenica 21 novembre alle ore 21.15 con lo spettacolo cardine dell’evento, “Orlando Innamorato” di e con Davide Riondino, con le musiche di Giuseppe Milici.

«La scelta dell’Orlando innamorato – spiega Rosario Perricone, direttore artistico del Festival di Morgana – ci porta a riflettere sull’amore e sulla guerra, sul loro possibile superamento attraverso l’arte. Un Festival dedicato all’amore per il diverso che coniuga pratiche artistiche tradizionali (il cuntu e l’opra dei pupi) alla musica contemporanea. La novità di questo Festival riguarda sicuramente il coinvolgimento dei teatri di Opera dei pupi ancora attivi nelle provincie siciliane. E’ sempre più importante creare una fitta ramificazione tra le nostre attività e le realtà ancora produttive e attive in Sicilia: l’unico modo per mantenere viva la tradizione».

Inoltre per tutto il periodo della manifestazione le sale del Museo ospiteranno due mostre: “Dell’amore e dell’Avventura”, in esposizione 40 bozzetti di Emanuele Luzzati (Museo Luzzati di Genova) e “Paladini di carta. La cavalleria figurata”, tavole illustrate della Biblioteca Riccardiana. Il costo dell’ingresso è di 8 euro a prezzo intero, di 6 euro ridotto. Il costo degli abbonamenti è di 75 euro per 15 spettacoli, di 35 per 7 spettacoli e di 25 euro per gli universitari. Per maggiori informazioni è possibile chiamare il numero 091.328060 oppure visitare i siti www.museomarionettepalermo.it e www.festivaldimorgana.it

ARTICOLI RECENTI