MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

Carnesi presenta il suo nuovo album ai Candelai

Con "Gli eroi non escono il sabato" il cantautore Nicolò Carnesi dà voce al proprio eclettismo, attraverso la rielaborazione di diversi generi musicali

  • 7 marzo 2012

Dopo aver pubblicato lo scorso anno il singolo in vinile de “Il Colpo” (contenente anche il brano “ Sognando Hollywood” uscito lo scorso aprile), estratto dall’Ep “Ho poca fantasia”, il cantautore siciliano Nicolò Carnesi (www.myspace.com/nicolocarnesi1), considerato uno dei più talentuosi del panorama musicale italiano, presenterà giovedì 8 marzo dalle 22 in poi (ingresso 5 euro) sul palco de I Candelai il suo album d’esordio: “Gli eroi non escono il sabato”, uscito lo scorso 1 febbraio per l’etichetta indipendente palermitana Malintenti Dischi.

Il pubblico palermitano potrà finalmente ascoltare le sue sonorità british pop tipiche degli anni '80 e i suoi testi acuti, sottili e cinici. Con “Gli eroi non escono il sabato”, Carnesi dà voce al proprio eclettismo; applica, come un artigiano attento, una continua rielaborazione dei diversi generi musicali, di suoni, di melodie ma anche di riferimenti, e grazie a questa formula convivono nello stesso disco elementi diversi: si passa infatti da sonorità tipiche del folk-pop de “Il colpo” e “Zanzibar” (con Brunori Sas, pseudonimo di Dario Brunori, cantautore italiano), alla new wave più tirata di “Ho poca fantasia” e “Medusa”, passando poi per il flower pop di “Forma mentis” e il garage-rock di “Mr Robinson” e “Kinder cereali all’amianto”.

Nella sue canzoni si delineano sconfortanti scenari della società moderna, di fronte ai quali il cantautore si ritrova, giustamente, disinteressato e annoiato. Nicolò Carnesi non si pone domande, non cerca una soluzione ai problemi del mondo, lui non può far nulla, può solo musicarlo. L’album vede la collaborazione degli Hank!, Francesco Pintaudi alla chitarra e Agostino Burgio alla batteria, Settimo Serradifalco (Akkura, Donsettimo) al basso, oltre alla partecipazione di Dario Brunori, Giusto Correnti (Dimartino), Serena Ganci (Iotatola) e di Giole Valenti (Herself). La preproduzione è di Nicolò Carnesi con la preziosa collaborazione di Toti Poeta. Il disco è stato registrato al Sonoria Studio Recording di Scordia da Vincenzo Cavalli. L’album è stato missato a Milano all’Adesiva Studio Recording di Paolo Iafelice (già con Vinicio Capossela, Fabrizio De Andrè) tranne tre brani missati invece da Roberto Terranova. Dopo la data palermitana, Carnesi partirà alla volta di Cremona dove concluderà il suo tour di presentazione.

ARTICOLI RECENTI