MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

“Concerti di Gusto” a piazza Marina

Da mercoledì 1 e fino a domenica 12 settembre concerti di musica cameristica, jazz, etnica e popolare in acustico all’aperto a villa Garibaldi in piazza Marina a Palermo

Balarm
La redazione
  • 1 settembre 2004

Concerti di musica cameristica, jazz, etnica e popolare in acustico con l’intento di creare un momento di incontro e offrire atmosfere suggestive da ricordare, e, allo stesso tempo per proseguire una riflessione sperimentale sull’aspetto sonoro della nostra Città. Si svolgerà da mercoledì 1 e fino a domenica 12 settembre (tranne lunedì 6) all’aperto nella villa Garibaldi in piazza Marina a Palermo, il ciclo di concerti “A Piazza Marina Concerti di Gusto”, organizzati all’interno di “Kals’Art” dal Comune di Palermo in collaborazione con  l’Associazione Culturae.

Si parte con La Banda (musica etnica e popolare), mercoledì 1 settembre alle ore 19, mentre il 2 e il 4 settembre alla stessa ora tocca al Quartetto d’archi di Palermo (musica classica dal ‘700 al ‘900), il 3 settembre sarà la volta dell’Orazio Maugeri Trio (jazz), il 5 settembre il quartetto di Giorgia Meli (jazz), il 7 settembre la musica da crociera degli Akkura, l’8 settembre tocca al Quartetto Rota che musicherà alcune tra le più celebri colonne sonore cinematografiche, il 9 settembre sarà di scena il blues di Umberto Porcaro che verrà accompagnao dalla sua band, il 10 settembre saliranno sul palco i palermitani Work in progress (jazz e fusion), l’11 settembre tocca al Maugeri - Cannistraro Quartet (jazz classico), mentre il 12 settembre si chiude con i tanghi argentini del Quartetto Medit.



«La piazza Marina è per Palermo luogo simbolo del centro urbano sul mare – spiega Giulio Pirrotta, organizzatore e direttore artistico dell’iniziativa. Situata a ridosso della passeggiata a mare vicino alla porta marittima del Cassaro, è compresa tra due chiese di assoluta importanza storica e architettonica (“la Gancia” e “la Catena”) ed è caratterizzata, tra l’altro: dalla villa Garibaldi con le magnolie secolari; dal prestigioso edificio quattrocentesco dello “Steri”; da preziosi segni della “arte industriale” di Palermo (la cancellata della Fonderia Oretea). Da sempre – conclude Pirrotta - la piazza è percepita dai cittadini come luogo d’incontro e socialità. A quest’idea fa riferimento il progetto che vuole sottolineare la funzione della piazza a ridosso della passeggiata a mare». L’ingresso ai concerti è gratuito.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE