La rassegna

HomeMagazineCulturaMusica

I giorni di Sirpuzza: omaggio alla famiglia dei Serpotta

Antonio Terzo
Ospite
  • 20 dicembre 2004

Nel cuore del centro storico di Palermo, sorto nel 1500 in piazza Monte di Pietà a seguito di una storica spaccatura interna alla “Nazione Genova” ed in contrapposizione alla chiesa di San Giorgio dei Genovesi, l’Oratorio di Santo Stefano Protomartire, sede dal 1999 dell’associazione artistico-culturale Extroart che ha provveduto ad effettuare i lavori urgenti ottenendo il dissequestro – disposto per danno temuto a seguito di incuria – e riconvertendo gli spazi alle proprie attività artistico/culturali, ospiterà in occasione delle prossime festività natalizie, la Seconda edizione del programma dedicato alla famiglia di stuccatori dei Serpotta, Giacomo il padre e Procopio il figlio, con lo svolgimento di una serie di iniziative di indubbio valore culturale.

Si comincia domenica 26 dicembre – giorno dedicato dalla Chiesa proprio al Santo che fu il primo martire della Cristianità e non a caso celebrato il giorno immediatamente dopo la nascita del Messia – con l’Annullo Filatelico Speciale delle Poste Italiane, poi l’inaugurazione della mostra di pittura “Sintonie Barocche” dell’artista tedesca Gudrun Sleiter e quindi una tavola rotonda sul tema “I Sirpuzza, Stuccatori palermitani” cui interverranno lo storico e giornalista nonché profondo conoscitore della tradizione popolare del capoluogo siciliano Gaetano Basile, Ludovico Gippetto e Aurelio Pes, con la partecipazione di molte altre figure della cultura palermitana (Paride Benassai, Giovanni Cangialosi, Marcello Mandreucci, Ernesto Maria Ponte, Sergio Vespertino e Giuseppe Biondolillo, Enzo Vincenzo Buffa di “Lasciate Libero Lo Scarrozzo”). Verranno inoltre distribuite delle cartoline raffiguranti i due angeli ad altezza naturale siti all’interno dell’Oratorio nella zona dell’Abside, in pregevoli stucchi di Giacomo Serpotta, nonché gli amorini con cartiglio in oro zecchino posti nella parte superiore della pala d’altare, opera del figlio Procopio.

Infine, l’iniziativa sarà ogni sera accompagnata da un ciclo di concerti di musica barocca ad ingresso libero fino ad esaurimento posti (tutti ore 21.15), all’interno del quale si alterneranno l’Ensemble Musica Reservata (Andrea Fossati cembalo, Salvatore Clemente controtenore, Silvio Natoli e Giuseppe Polizzi liuto, torbe e arciliuto) lunedì 27, il duo Aldo Mausner (violino) e Giuseppe Traina (pianoforte) martedì 28, il Quartetto Liberty (Francesca Ferreri soprano, Valeria Tornatore mezzosoprano, Fabrizio Corona tenore e Luca Policarpo pianoforte).

articoli recenti