MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

Il nuovo disco dei Cirrone, live a Villa Filippina

L'album della band, composta da quattro ragazzi palermitani, è stato inserito da "Powerpopholic" tra i candidati a miglior album del 2011

  • 5 luglio 2011

Si muovono tra i Italia e Stati Uniti ed il loro album “Uplands Park Road” rappresenta una vera rarità nel panorama discografico del momento. Sono i Cirrone, la band palermitana che dopo aver ricevuto entusiastiche recensioni da magazine americani, inglesi, giapponesi e spagnoli si prepara ad essere definitivamente eletta la nuova erede della tradizione pop/rock anglo-americana. Giovedì 7 luglio alle ore 21, sul palco di Villa Filippina, i tre fratelli Alessandro, Bruno e Mirko Cirrone e Fedinando Piccoli si esibiranno in un concerto che vedrà la partecipazione dei musicisti che hanno collaborato alla realizzazione del disco come Lucia Lauro che ha dato il suo contributo alle percussioni, Roberto Terranova al piano hammond e moog, Samuele Davì ai fiati.

Come mai lo presentate come Cirrone e non come Apple Scruffs, nome parecchio conosciuto a livello cittadino, nazionale, ed estero?

Come Apple Scruffs abbiamo sempre avuto ottimi riscontri, centinaia di concerti in Italia e non solo ma per questo lavoro abbiamo deciso di usare il nostro cognome. È stato in effetti un passaggio naturale. Abbiamo notato che all’estero e sopratutto in America la gente veniva più incuriosita dal nostro cognome e dal fatto di essere tre fratelli. Abbiamo quindi preferito affermare la nostra identità e la nostra musica. Anche per questo in copertina abbiamo deciso di inserire un autoscatto di noi tre davanti lo specchio del camerino del teatro Politeama prima di un concerto.

Che ci raccontate riguardo la vostra esperienza negli States, Los Angeles, New York?
Avevamo già vissuto l’esperienza di suonare all’estero in occasione di festival e concerti in Inghilterra ma alcuni mesi fa per la prima volta abbiamo finalmente avuto l’opportunità di poterci esibire in alcuni storici club di Manhattan e del Village di New York. Ritrovarsi sul palco del Kenny’s Castaway o del Living Room di New york è stata un’esperienza incredibile! il pubblico ci ha accolti con grande entusiasmo e ha apprezzato le nostre canzoni.

Lavorare con un grande produttore come Todd Burke... che cosa vi ha lasciato?
Dopo aver registrato le basi in varie sale di registrazione, soprattutto negli studi di Sonoria (a Catania) mancava soltanto qualcuno che fosse in grado di dare il giusto suono al nostro lavoro. Proprio durante il soggiorno in America è saltato fuori il nome di Todd Burke, produttore e record engineer di personaggi come Ben Harper, The Fratellis, Air, The Kooks, Belle and Sebastians, Jack Johnson, Johnny Cash, Foo Fighters e tanti altri...La cosa interessante è stata che ciò che era iniziato come un rapporto di lavoro si è via via trasformato in una vera e propria collaborazione artistica. Todd Burke si è appassionato e ha creduto nel nostro progetto dando preziosi consigli artistici, anche sulla scelta dell’inserimento nel cd di alcuni brani e del titolo dell‘album. Sicuramente un’esperienza che ha lasciato il segno e che continuerà per il nostro prossimo lavoro che verrà interamente registrato e missato a Los Angeles.

Avete intenzione, viste le premesse, di fare un tour tutto Americano, o magari anche altrove?
Abbiamo ricevuto diverse proposte da parte di agenzie di booking americane e anche moltissime dalla Spagna, dove con nostra sorpresa il cd uscito da alcune settimane, è già diventato oggetto di discussione in decine di forum e siti dedicati alla musica internazionale. E proprio in Spagna saremo in giro a settembre per una serie di concerti tra Valencia e Madrid...

Il vostro album è tra i primi dieci candidati per il titolo di "Migliore album dell'anno"...
Il nostro album è stato pubblicato online a fine aprile su iTunes, Amazon, CdBaby...Dopo pochi giorni dall’uscita, ancora prima del lancio pubblicitario, abbiamo cominciato a ricevere numerose proposte da parte di etichette americane che si sono offerte di stampare e distribuire il cd su larga scala. Abbiamo anche ottenuto numerose recensioni su siti americani che hanno definito “Uplands park road”, ovvero migliore novità PowerPop del 2011. Ovviamente questa notizia ci ha colti di sorpresa e allo stesso tempo ci gratifica molto.

Oltre alla versione scaricabile on line, dove sarà possibile comprare il vostro album e a che prezzo?
Il cd è da oggi disponibile qui a Palermo a La Feltrinelli libri e musica e presto in altri punti vendita. Il costo è di 12 euro (è una confezione molto curata con 28 pagine di libretto). Inoltre sarà disponibile in tutti i nostri concerti. Mentre i nostri distributori stranieri sono Kool Kat Musik in USA e Power Pop Accademy in Giappone. In Spagna si può acquistare già presso diverse discherie.

ARTICOLI RECENTI