TEATRO

HomeMagazineCulturaTeatro

"La CentoUno": un autobus di matti si ferma al Biondo

Sul palco del Teatro Biondo di Palermo giunge "La CentoUno", spettacolo teatrale di Elisa Parrinello che domenica 11 dicembre vedrà arrivare sul palco un autobus di matti

Balarm
La redazione
  • 10 dicembre 2016

"La CentoUno" è passata, s'è presa un carico di passeggeri variegato e stravagante e ora è pronta a lasciarli sul palco del Teatro Biondo: appuntamento domenica 11 dicembre alle 17.30, con uno spettacolo ideato da Elisa Parrinello.

Un autobus immaginario, un veicolo inventato della linea 101 di Palermo è il mezzo per far sbarcare al teatro una ciurma di attori sbiellati, quasi usciti dalle pagine del "Repertorio dei pazzi della città" di Palermo di Roberto Alajmo, al quale Elisa Parrinello si è ispirata per costruire lo spettacolo.

Domenica questi strambi passeggeri invaderanno gli spazi del foyer, della sala e del palcoscenico, evocando personaggi surreali, drammatici e comici e portando in scena diversi momenti della storia del teatro di prosa, della lirica, della danza, spaziando dalla tragedia alla commedia, dal realismo al mondo delle fiabe.

I personaggi di Putipù (Elisa Parrinello) e di Ida Lina Makì (Alessia Quattrocchi) sono le guide di un viaggio strampalato ed emozionante. In scena, insieme a loro,  una trentina di giovani attori «animati – spiega Parrinello – dal desiderio di trasmettere un messaggio importante e di ritagliarsi, nel cuore degli spettatori, un piccolo spazio affinché [...] possano rimanere nel luogo in cui sono nati per vivere tutta la vita: il Teatro».

I biglietti sono acquistabili presso il botteghino del teatro aperto da martedì a sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19 e la domenica dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19 e hanno un costo di 5 euro. Per maggiori informazioni è possibile chiamare il botteghino al numero 091.7434341 o consultare la pagina web della biglietteria.
 
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE