MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

Lunerock e Zolfo Elettrico: gemellaggio a base di rock

Balarm
La redazione
  • 30 novembre 2004

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori
E’ partito mercoledì 24 novembre con i concerti degli Airfish (Pa) e Dog a Dog (Ct) il primo progetto musiculturale siciliano in collaborazione tra il centro culturale polivalente Agricantus di Palermo e il centro culture Zo di Catania. Ad inaugurare il secondo appuntamento saranno, invece, mercoledì 1 dicembre (ore 22) i palermitani Herself, il cui esordio ufficiale per la Subcasotto Records (proprio in questi giorni) è un'potesi di neo folk scuro e fumoso, e i NoziroH, provenienti da Catania, che propongono, dopo 5 anni di attività, un genere a cavallo tra wave, rock e sfumature di metal melodico. L’ingresso ai concerti è libero. Ma ritorniamo al progetto. Queste due realtà (Palermo e Catania) già da diversi anni cercano di promuovere, ognuno per proprio conto, la musica prodotta nella propria zona di appartenenza. Quest’anno invece hanno deciso di unire le proprie risorse: il primo risultato sono le tre serate che l’Agricantus propone per tre mercoledì di fila all’insegna del rock, in ognuna delle quali si esibiranno un gruppo catanese e un gruppo palermitano. Le sei band coinvolte sono state scelte tra quelle partecipanti la scorsa stagione a due rassegne di musica residenziale: Lunerock per l’Agricantus e Zolfo elettrico per Zo. «L’intento - spiega Fulvio Marchese, ideatore dell’iniziativa - è quello di far crescere la collaborazione tra due realtà che per troppo tempo sono state considerate incapaci di prodursi in un comune sforzo di intenti per la crescita culturale della nostra terra, con la speranza che presto possano fare parte dell’iniziativa altre realtà della nostra regione». Le tre serate saranno ripetute al C.C. Zo di Catania in data da destinare. Il prossimo e ultimo concerto sarà quello di mercoledì 8 dicembre con i Mari X (Pa) e i Jack-a-lope (Ct).

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE