MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

Mazzamuto's Quintet, omaggio a Enzo Randisi

Un concerto per ricordare il quinquennale dalla scomparsa del musicista palermitano, uno tra i fondatori del Brass Group, con il Mazzamuto’s Quintet

  • 25 febbraio 2011

Il 27 febbraio di cinque anni fa scomparve una tra le personalità musicali più importanti della città di Palermo, Enzo Randisi, un musicista jazz che ha saputo, con il suo strumento, il vibrafono, imporsi tra i “grandi” interpreti del genere. Dotato di grandi qualità interpretative apprezzate in tutto il mondo, Randisi è stato, già dal 1963, definito uno tra i più importanti vibrafonisti della scena nazionale e internazionale che la storia della musica abbia mai avuto. La Fondazione The Brass Group, di cui Enzo è stato co-fondatore, ricorderà il musicista con il "Memorial Enzo Randisi" che si terrà sabato 26 febbraio al Blue Brass ridotto dello Spasimo (via dello Spasimo 15, Palermo) alle 21.30, con il concerto del Mazzamuto’s Quintet, ensemble formato da Giuseppe Mazzamuto al vibrafono, considerato l’erede di Randisi, Giovanni Conte al pianoforte, Davide Puccio al contrabbasso, Giuseppe Sinforini alla batteria e Anthony Reina alle percussioni.



Mazzamuto aprirà il concerto con l’illustre presenza del pianista Riccardo Randisi, il figlio di Enzo, con un brano storico, "Memorie’s of You" di Eubie Blake, in una versione inedita, suonando lo storico Vibrafono Musser M75, strumento appartenuto proprio a Enzo Randisi le cui note riecheggeranno ancora una volta. Un viaggio che verrà intrapreso attraverso ricordi, immagini e brani jazz, a cavallo tra storia e modernità e alcune rivisitazioni sempre, naturalmente, in chiave jazz. Si passerà dalla già citata "Memorie’s of You" di Blake ad "Across in the Sky" di Pat Metheny, passando per "New York Tango" di Galliano, fino a giungere anche al genere classico con la reinterpretazione della composizione di Bach "Aria sulla quarta corda" a ricordare Milt Jackson con il Modern Jazz Quartet. Ad accompagnare il quintetto in questo straordinario viaggio nel mondo del jazz saranno molti i musicisti attivi sulla scena siciliana che si avvicenderanno sul palco. Tra questi ricordiamo il trombettista Vito Giordano, il primo clarinetto dell’Orchestra Sinfonica Siciliana Angel Jean Cino, il fisarmonicista Ruggero Mascellino, con il quale Mazzamuto ha appena concluso una tournèe in Cina per il Festival Internazionale di Macao, i Percussionisti Ensamble di Palermo, Giuseppe Viola al woodwind e tanti altri ancora.

Il concerto sarà inoltre trasmesso in diretta radiofonica su Radio Action (101.2 Fm) con la conduttrice Enrica Lazzara e con la partecipazione straordinaria della cantante jazz Flora Faja. Giuseppe Mazzamuto pubblicherà a breve il suo "Overstep", album composto in collaborazione con il gruppo vocale palermitano SeiOttavi, connubio che lo stesso compositore ha voluto fortemente per ricordare, ancora una volta, Milt Jackson e il Modern Jazz Quartet e il loro "Place Vendome", album uscito nel 1966, in cui collaborano con i Swingle Singers. Al suo interno alcuni brani di J.S. Bach in chiave jazz e un brano dedicato a Enzo Randisi. Il costo dei biglietti è di 8 euro (intero) e 5 euro (ridotto). Per informazioni e prenotazioni potete chiamare il numero 091.616.64.80.

ARTICOLI RECENTI