MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

Summertime Blues Fest, XII edizione

Balarm
La redazione
  • 25 luglio 2005

Il Summertime Blues Festival, che si svolgerà dal 27 al 31 luglio a piazza Ciullo ad Alcamo (ingresso libero), è arrivato al suo dodicesimo compleanno e malgrado i gravi problemi di budget, Francesco Campo, direttore artistico del festival, ha allestito anche quest’anno un cartellone di assoluto primo piano.

Sarà Francine Reed (il 27) la prima star a calcare le assi del palco del Summertime Blues Festival. Autentica stella del blues, vincitrice di due Handy Blues Awards, proporrà uno show di classe con il blues nell’animo ma con decise escursioni nel territorio del r&b e del funky. Il 29 luglio, dopo le note di chitarra di Rev. Rubia che serviranno a scaldare gli animi, sarà di scena Sonny Rhodes. Nell’Olimpo del blues Sonny siede accanto ai pochissimi “grandi” rimasti dell’ultima generazione. Chitarrista versatile dotato di una voce ruvida e di una reale passione per la sua musica. Sonny suona la chitarra e la “lap-steel guitar”, strumento tipicamente texano, producendo sonorità che ipnotizzano e stimolano la curiosità degli ascoltatori. Nella sua band, inoltre, un armonicista d’eccezione: Brian Templeton.

Adv
Sabato 30 un grande ritorno: i Dr. Feelgood, uno dei più popolari gruppi live di rythm'n'blues del mondo, un marchio d.o.c per il più puro e duro british blues che nella loro precedente esibizione hanno davvero lasciato il segno infiammando gli animi del popolo del blues del Summertime Blues Festival. Chiuderà degnamente il festival la band dello straordinario chitarrista Otis Grand. E’ stato descritto come un incrocio tra B.B.King e T.Bone Walker e arricchito dall'energia di Buddy Guy! Otis Grand ha assorbito un ampio spettro di stili fino a diventare oggi il leader di una delle migliori band di blues e R&B della scena internazionale. Più che interessanti anche i gruppi di “apertura” : gli Almost Blue’s del prodigioso e giovanissimo chitarrista Davide Pannozzo, Rev. Rubia, una chitarrista e cantante americana davvero di spessore che si esibirà in un coinvolgente “solo”, i Jumpin’up, divertente “jive band” isolana e la Muppets Blues Band che da anni porta in giro le sue validissime covers di classici della Motown.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI