TEATRO

HomeMagazineCulturaTeatro

Un'estate di "Orestiadi": arte, teatro e ricerca a Gibellina

Al via dal 16 luglio al 6 agosto la 35sima edizione delle "Orestiadi di Gibellina". Arte e contaminazioni per un teatro di ricerca tra grandi ospiti e prime nazionali

  • 11 luglio 2016

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori

Tradizione, ricerca teatrale e la magia di emozioni condivise nel suggestivo scenario di una masseria d'arte, immersa nelle campagne del trapanese: è tutto pronto per le "Orestiadi di Gibellina", in programma dal 16 luglio al 6 agosto nel complesso del Baglio Di Stefano (in Contrada Salinella a Gibellina Nuova, provincia di Trapani).

La rassegna, sotto la direzione artistica di Claudio Collovà, punta sempre più all'espressività ricercata a metà tra sogno e realtà, portando sul palco artisti, ospiti e maestri accomunati dal desiderio di un'euresi continua attraverso l'arte.

Ricco il calendario di eventi di questa trentacinquesima edizione (visualizza programma completo). Da Toni Servillo in "Toni Servillo legge Napoli" in programma il 16 luglio, alla prima nazionale di "Amleto Die FortinbrasMaschine" per la regia di Roberto Latini in scena il 24 luglio.

E ancora, spazio alle contaminazioni con lo spettacolo di Isabella Ragonese e Cristina Donà "Italian Numbers", e alla suggestione con appuntamenti dalle 19 a mezzanotte: gli spettacoli avranno inizio alle 21.15, ma a partire dalle 19, gli spettatori della rassegna potranno assistere alle proiezioni organizzate dai giovani registi del Centro Sperimentale di Cinematografia di Palermo.



«Il teatro può essere contemporaneamente pittura, scultura, musica, capace di stupire e coinvolgere - afferma Calogero Pumilia, presidente della Fondazione Orestiadi - Le sue voci, i suoi silenzi, le luci, la presenza viva degli attori, rapiscono lo spettatore, così il pubblico sa di appartenere, per una sera, ad un evento unico del quale finisce per essere complice».

In occasione del Festival, saranno inaugurati laboratori di visione per il pubblico, a cura di Miriam La Rocca, e di critica teatrale per studenti, a cura di Vincenza Di Vita, e l'International Open Air Photo Festival "Gibellina PhotoRoad", in programma dal 29 luglio al 31 agosto.

Il costo d'ingresso agli spettacoli della rassegna è di 12 euro (intero) e di 8 euro (ridotto). Con il biglietto delle Orestiadi è possibile visitare gratuitamente il Museo delle Trame Mediterranee, dalle ore 18 alle 20 durante i giorni di spettacolo. Sono previste possibilità di abbonamento.

Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE