MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

Wintercase 2011: l'electrodance di Gigi Barocco

Il secondo appuntamento della 5° edizione del Wintercase propone il dj set made in Italy con un grande nome della scena electrodance internazionale

  • 26 gennaio 2011

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori
C'è un paese, musicalmente parlando, che sforna artisti di tutto rispetto che portano in alto il nome e la reputazione dell'Italia. Gigi Barocco è senz'altro tra questi giacché ha fatto della bandiera tricolore un marchio da esportare nel mondo e un segno distintivo nella scena internazionale della musica elettronica e dance. Ebbene, sarà lui l'ospite della seconda serata del Wintercase, Festival internazionale di musica elettronica giunto quest'anno alla sua 5° edizione. Appuntamento venerdì 28 gennaio, al Bier Garten (viale Regione Siciliana 6469, Palermo) con un evento in cui si riconferma un dj set made in Italy, stavolta in compagnia del dj milanese (www.myspace.com/gigibarocco).

Si replica quindi con la console tricolore, che Federico Gatto di Officine Festival commenta così: «Avere una line up con così tanti nomi italiani è stata una scelta inevitabile e un'onore. È la dimostrazione di come l'Italia sappia imporsi nella scena elettronica estera. Gigi Barocco è senz'altro uno dei tanti artisti e dj nostrani che ha fatto della musica italiana un marchio da esportare nei club internazionali. Non averlo nella line up di questa edizione del Wintercase sarebbe stato una grande mancanza». Luigi Barone alias Gigi Barocco è cresciuto in un ambiente del tutto estraneo alla musica elettronica.



Diplomatosi infatti al conservatorio in chitarra classica, solamente diversi anni dopo ha deciso di concentrare la sua "chiassosa" creatività in un progetto che fosse del tutto differente dai suoi studi, avvicinandosi alle sonorità electro-deephouse e garage. Da queste sfumature musicali ne esce sotto altro nome dando vita alla sua nuova identità. Ossessionato dalla creazione di suoni unici e originali i suoi brani cominciano a fare il giro dei club internazionali diventando dei successi, come “Redman” (Wu Tang Clan) e "Chapa" solo per citarne alcuni. Raggiunge ulteriore notorietà grazie al remix di Breakdown "Play With It", uscito con PBR record, con cui è riuscito a posizionarsi al sesto posto della classifica principale di Beatport. Ha ricevuto buzz positivi dai compagni di console Armand Van Helden, Benny Benassi e Cassius, riuscendo a guadagnare l'attenzione delle maggiori etichette che lo hanno portato a firmare il suo primo EP dal titolo "Puah" di Cheaper Thrills di Hervé.

Il brano omonimo del disco ha riscontrato apprezzamenti dal pubblico, dalla critica musicale e dai colleghi, tanto che è stato suonato e supportato da alcuni dei nomi più importanti e influenti della scena del momento, quali The Bloody Beetroots, Mr Oizo, Foamo, Kelevra, Mustard Pimp, Congorock. Lo scorso anno ha remixato i brani di Steve Aoki “I'm In the House” feat. Zuper Blahq (Will.i.am), “Spencer & Hill – Trespasser”. Per via della notorietà e del successo riscontrato in questi anni, Gigi Barocco è considerato il Garibaldi della scena elettronica. Perché? Semplice: unisce L'Italia, che lo ammira e lo segue all’unisono.

Palermo è pronta ad accoglierlo il 28 gennaio, in occasione della seconda data del Wintercase 2011. La serata che avrà inizio alle ore 22.30 sarà aperta dal dj Dario Denso seguito dal duo Indipendance Sound System e dal vj Ruben Monterosso. Il prezzo del biglietto è di 12 euro in prevendita e 15 euro invece se acquistato direttamente al botteghino del Bier Garten. I tickets in prevendita sono acquistabili online sul sito di Liveticket.it o presso Yankee Shop (via Isidoro La Lumia 15, Palermo). Per maggiori dettagli si può visitare il sito www.wintercasepalermo.com o scrivere a info@officinefestival.com.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE