MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

Premio alla musica made in Palermo: a Fabio Guglielmino la "Tessera del mosaico"

Fabio Guglielmino, cantautore palermitano, premiato a Palazzo delle Aquile con la “Tessera preziosa del mosaico Palermo” per la sua musica made in Palermo

Mohamed Maalel
Booklover compulsivo
  • 27 luglio 2019

Il cantautore Fabio Guglielmino (foto di Marco Guglielmino)

La musica made in Palermo di Fabio Guglielmino premiata con la “Tessera preziosa del mosaico Palermo”, un riconoscimento, non solo simbolico, del talento espressivo e musicale dell’artista siciliano.

Guglielmino ha ricevuto la tessera durante una cerimonia a Palazzo delle Aquile, e direttamente dalle mani del sindaco Leoluca Orlando: «Ci sono tanti tipi di coccio, da quello brutto a quello bello, ma quando ne individuo uno prezioso decido di registrarlo, per tenerlo custodito all’interno di questo grande mosaico» ha sostenuto il sindaco.

Per chi non lo sapesse, la tessera mosaico rappresenta oggi una delle onorificenze più alte che Palermo assegna a cittadini che si contraddistinguono con il loro talento contribuendo al tessuto sociale della città.

Al cantautore viene riconosciuta l’abilità comunicativa delle proprie canzoni, vere e proprie storie cantante tra i colori blu del mare, e le mille esperienze del cantautore tra Italia ed Europa. Ma Guglielmino non si lascia perdere nulla, e nei suoi ultimi lavori è interessante notare un equilibrio tra racconti classici – quelli degli antichi greci – sino ai più recenti racconti di De Crescenzo ed Ungharetti.

«Mi piace parlare di bellezza e oggi mi sto concentrando sulla bellezza nel suo concetto più classico, da Saffo a Omero, da Anacreonte a Virgilio, da Leopardi a Ungaretti fino a De Crescenzo. Lo faccio con passione, cercando di riportare in vita in chiave pop i grandi supereroi del passato. Con l'inquietudine e l’ambiguità di Achille, la falsità e l’opportunismo, anche politico, di Odisseo e la speranza del viaggio del profugo Enea. Grazie ad essi posso trattare temi come la diversità, l'integrazione e l'accoglienza, giocando con le note e le parole da moderno aedo» ha raccontato Guglielmino.

Tra eroi e richiami del mare è evidente il suo amore verso Palermo: non a caso, le sue prime canzoni sono nate in spiaggia durante le calde notti d’estate, per poi muovere i primi passi nei piccoli locali del centro storico di Palermo. A far da padrone nella sua musica un bazar di influenze e stili diversi, tutti attentamente ricercati per raccontare storie vere di persone che ogni giorno devono lottare contro le difficoltà sociali dovute al legame con le proprie passioni.

«Ho girato l’Europa, ho raccontato della Germania, ho toccato anche grandi città come Milano, Londra, Bucarest e Parigi. Ciò nonostante sono sempre qui, nella mia terra. Sono legato al mare, continuo a vivere a Mondello e non ho intenzione di andarmene e cambiare tutto» ha dichiarato Guglielmino.

Presente alla cerimonia anche il capogruppo del Pd al consiglio comunale di Palermo Dario Chinnici: «Sono felice che Fabio Guglielmino abbia ottenuto questo riconoscimento. Grazie al suo lavoro e alla sua musica Palermo e la sua cultura viaggiano per l'Europa portando un messaggio di bellezza e integrazione».

articoli recenti