ALBUM

HomeMagazineCultura

Saffo, Ettore, Patroclo: eroi e dei dell'antica Grecia raccontano l'amore in un album Pop

Un nuovo progetto musicale che racconta l'amore e la passione senza genere: Fabio Guglielmino canta del passato immaginando i suoi protagonisti nel il presente

Mohamed Maalel
Booklover compulsivo
  • 2 gennaio 2019

Una complicità musicale tra parole, miti e immaginazione: è così che si può sinteticamente riassumere il progetto artistico di Fabio Guglielmino che presenta “Kalós”, un’epopea che racconta, attraverso 4 brani, il mito greco della bellezza e dell’amore senza confini di tempo e spazio.

«Kalós è un progetto di cui vado fiero e che parla di bellezza, Eros, e passione ancestrale. Sono andato a scavare nell’antica Grecia, nella poesia arcaica che rappresenta al meglio i canoni di forza e attrazione verso una persona» racconta Fabio.

Il progetto, composto da 4 brani, descrive (anche grazie ad un forte pathos immaginario) il concetto di bellezza come preponderante attrazione verso l’uomo, soprattutto nel brano "Patroclo".

Una sonorità liquida, come il suono di una tempesta in mare, lega i brani uniti da ritmi pop e fluidi.

Sin dal primo singolo, dal titolo "Kalós", la sensazione è quella di completa immersione nelle atmosfere mitologiche: Fabio immagina Eros e la sua genesi, il caos, l’apparire del bello, il primo incontro con sua sorella maggiore Gea, la Terra.

Il secondo brano, "Patroclo", racconta il forte legame tra Achille e Patroclo, non una semplice amicizia, ma un amore senza definizioni.

«Per raccontarlo sono partito dal discorso di Fedro – sottolinea Fabio – raccontando il loro legame non in maniera convenzionale, ma cercando di analizzarlo più in profondità. Achille e Patroclo erano uniti da promesse e legami che sarebbe difficile spiegare oggi, nonostante il duro e forte carattere di Achille. Patroclo, per amore, decide di sacrificarsi andando incontro ad Ettore».

La morte di Patroclo sarà devastante per Achille che impazzirà, porrà fine alla sua ira e lo vendicherà. Il forte legame tra i due è raccontato infatti nel "Simposio" di Platone, che li descrive come esempio del rapporto tra amanti.

Nel video Fabio mette in scena un meccanismo di pura immaginazione, che coinvolge Patroclo preso e distratto da Eros che viene trafitto da Ettore. Niente riesce a fare Achille che accecato dalla furia e dall'ira non riesce più a scorgere Eros.

Al racconto dei due eroi segue il brano “Mi prendo cura di me”, in cui si racconta della passione dopo la fine, la rottura di qualcosa, uno scontro tra passione e destino, in cui Saffo invoca Ermes per essere uccisa.

Il progetto si chiude con “L’angelo dai piedi di carta”, un inno alla forza invincibile e alla sofferenza d’amore.

Un racconto in onore dell’amore, della diversità, del mediterraneo che ci presenta ancora oggi un certo egoismo nei confronti dell’amore verso l’altro.

Raccontare in chiave pop tali temi non è semplice ma la musica, cosi come pensata da Fabio, permettere di facilitare le cose rendendole visibili e materiali.

I brani possono essere ascoltati su tutte le piattaforme musicali online ed acquistabili nei principali store.

ALTRI VIDEO