TEATRO

HomeMagazineCulturaTeatro

Torna il teatro sotto le stelle dell'Agricantus: "Palermo Non Scema Festival" (e tante novità)

È il piccolo salotto culturale a cielo aperto che da 25 anni allieta le serate dei palermitani nel cuore della città. Tante le novità quest'anno, vi sveliamo quali

Balarm
La redazione
  • 29 giugno 2022

Ennio Morricone, Giuseppe Milici, Sergio Vespertino

Un ricco cartellone con i grandi nomi siciliani del teatro brillante (e non solo). Ritorna da giovedì 30 giugno al 3 ottobre, per tutta l'estate, "Il Palermo Non Scema Festival", il piccolo salotto culturale a cielo aperto che da 25 anni il Teatro Agricantus diretto da Vito Meccio, crea nel cuore della città.

Giunta alla XXV edizione, la rassegna presenta tantissime novità. Dall'avvio della sezione "Open Source Comedy", dedicata al nuovo teatro dei performer multimediali più giovani, con gli show di comici emergenti amati soprattutto dai ragazzi; a due veri e propri esperimenti con la musica, come il concerto "Giuseppe Milici Quartet plays Morricone" che si ascolterà via cuffie wireless.

Da giovedì 30 giugno, quindi, la via XX Settembre di Palermo, nel tratto di strada compreso tra la via La Farina e piazza Goffredo Mameli, nelle ore serali torna ad essere pedonale per ospitare il “Palermo Non Scema Festival”. Fino al 3 ottobre la rassegna ospita un fitto programma che miscela alcune novità e alcuni spettacoli già collaudati nello spazio al chiuso (e richiesti a gran voce), artisti ben consolidati e giovani comici emergenti.
Adv
Si parte giovedì 30 giugno (repliche sino a domenica 3 luglio) con la scoppiettante coppia artistica Antonio Pandolfo & Marco Manera, alle prese con “Chi si salva è perduto” un “giallo” fitto di misteri e, soprattutto, di risate. Due personaggi bizzarri trasformeranno la scena in una cascata di guai, gag, travestimenti e fraintendimenti, con l’ospite d’eccezione Marco Feo.

Mercoledì 6 luglio sarà proposto “Fiato di madre”, un grande classico di Sergio Vespertino, capace di rievocare in ogni siciliano ricordi della matrona che troneggia amorevolmente sulla sua vita. Lo spettacolo andrà in replica sino a domenica 10 luglio e poi ancora dal 18 al 23 agosto.

Venerdì 8 luglio sarà la volta della compagnia Carrozza & le Esse che metterà in scena “Esse”, ovvero l’incontro tra alcune donne unite dalla stessa iniziale e da una solidarietà in grado di vincere le enormi differenze che le separano.

Mercoledì 13 luglio (repliche sino a domenica 17) torna in scena ancora Sergio Vespertino ma questa volta con “Novecento” di Alessandro Baricco, una leggenda moderna capace di attraversare l’oceano sulle note di un pianoforte, resa celebre anche dal film “La leggenda del pianista sull’Oceano” di Giuseppe Tornatore.

Da giovedì 21 luglio a martedì 2 agosto l’atmosfera si farà “piccante”, grazie a Ernestomaria Ponte e Clelia Cucco i quali con “Sesso e Spasso” regaleranno al pubblico serate spassosissime narrando l’intimità in modo dissacrante e ricamando sull’argomento trame e sketch profondamente differenti, ma con un collante che sembra sorreggere le sorti stesse del mondo: l’eros.

Venerdì 5 agosto l’attrice ed autrice catanese Giovanna Criscuolo con “Singolare femminile” si soffermerà con piglio sagace sulla femminilità e, di contro, sulla mascolinità, sulla presunta incomunicabilità tra i generi e sulle piccole invidie che a volte serpeggiano tra le donne.

Sabato 6 agosto sarà la volta di Rosario Terranova in “Benedetta innocenza”, la storia di un uomo che tenta di approcciarsi ad una donna ipertecnologica, scoprendo, con consapevole ironia, molto di sé e dei propri limiti di amante d’altri tempi.

Lunedì 8 e martedì 9 agosto il “Palermo Non Scema Festival” ospita Manlio Dovì con il suo “Facce Ride Show”, uno spettacolo di varietà con tributi a grandi personaggi in grado di mettere in luce tutte le sue doti di interprete, imitatore, fine-dicitore, ballerino e cantante.

Mercoledì 24 agosto (repliche sino al 4 settembre e ancora il 15 e il 16 settembre) tornerà in scena Sergio Vespertino con il suo “Via San Lorenzo”.

Venerdì 26 agosto Rosario Terranova condurrà gli spettatori alla (ri)scoperta degli anni più innovativi e psichedelici che mai con “Figli degli anni ’80”.

A settembre, dal 9 all'11, torna in scena il duo Antonio Pandolfo & Marco Manera con il fortunatissimo “Atti unici di madre vedova” e dal 17 settembre e fino al 2 ottobre conclude il “Palermo Non Scema Festival” ancora Sergio Vespertino con lo spettacolo scritto a quattro mani con Marco Pomar e che ha registrato un grandissimo successo, “Manuale di sopravvivenza”.

La grande novità di quest'anno è rappresentata dagli spettacoli della sezione "Open Source Comedy", creata con l'intento di coinvolgere una fetta di pubblico che sempre meno frequenta i luoghi teatrali: i giovani. Si è andato quindi a pescare tra gli artisti che utilizzano canali alternativi come gli show televisivi, i podcast e il web, tentando anche di abbracciare stili che rivisitano il mondo della comicità attingendo di volta in volta dal cabaret, dal varietà e dalla Stand-Up comedy.

Così sabato 23 luglio inaugura la sezione Open Source Comedy “Il vigile palermitano”, un personaggio ben collaudato di Francesco Rizzuto che ne racconterà le caratteristiche e restituirà al pubblico una personale immagine di ciò che significa vivere la Sicilia.

Seguiranno altri volti noti ai ragazzi, come Davide Di Meglio con il suo “C’è sempre di meglio” che andrà in scena giovedì 4 agosto, il prorompente duo I Badaboom (domenica 7 agosto con il loro live show “Piacere, noi siamo I Badaboom”).

E ancora Simone Riccobono (10 agosto con “Né ricco né bono”) e Chris Clun (27 agosto con il suo “L’ultimo uomo sulla terra”). A chiudere la sezione ci penserà Stefano Piazza, venerdì 2 settembre con “Tu chiamalo se vuoi Stand Up”.

Ha tutta l'aria di essere un esperimento (provocatorio) il doppio evento “Zero Decibel – Musica in città”, in programma martedì 12 luglio e mercoledì 3 agosto, ovvero il concerto “Giuseppe Milici Quartet Plays Ennio Morricone”, con la voce narrante e l’interpretazione di Sergio Vespertino, da fruire rigorosamente attraverso cuffie wireless (una per ogni spettatore, opportunamente sanificate prima dell’evento).

L’esperimento intende inoltre creare un ambiente autism-friendly che consente alle persone neuro-divergenti di godere a pieno dell’esperienza musicale, evitando sovraccarichi sensoriali.

Info e biglietti

Gli orari degli spettacoli variano in base al calendario: inizio alle ore 20.30 per gli eventi dal 30 giugno al 20 luglio e dal 30 agosto al 3 ottobre; alle 21.30 per quelli dal 21 luglio al 29 agosto.

Il costo dei biglietti varia dai 10 ai 18 euro. I ticket sono acquistabili online attraverso il sito del Teatro Agricantus, oppure alla biglietteria in via XX Settembre, 80. Il botteghino è aperto martedì e mercoledì dalle 11.00 alle 13.30 e dalle 17.00 alle 20.00 e da giovedì a sabato dalle 11.00 alle 13.30 e dalle 18.30 alle 22.00 e la domenica pomeriggio dalle 18.30 alle 22.00.

Per maggiori informazioni si può chiamare il numero 091 309636.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE