MOBILITÀ

HomeMagazineTerritorioMobilità

Un altro modo per entrare gratis nella Ztl: a Palermo via libera al "Monopattino Sharing"

Il Comune ha approvato le linee guida del progetto che sarà "sperimentale" per il primo anno e che sarà affidato ad operatori privati con la supervisione dell'Ufficio Mobilità

Balarm
La redazione
  • 7 settembre 2020

Monopattino elettrico

Vederli scorazzare in giro per le strade, in mezzo al traffico e lungo le piste ciclabile ormai non ci fa più effetto. E, dopo che una legge li ha equiparati alle biciclette dando loro il via libera alla circolazione in strada, anche Palermo è stata letteralmente invasa dai monopattini elettrici.

Adesso c'è di più. A Palermo, infatti, si amplia il servizio di mobilità condivisa. Così - dopo il car sharing, il bike sharing e il taxi sharing - la Giunta ha dato il via libera al servizio del monopattino sharing, sottoscrivendo le linee guida del progetto che sarà sperimentale per un anno e che sarà affidato ad operatori privati del settore con la supervisione dell'Ufficio Mobilità.

Entro 30 giorni, infatti, sarà pubblicato sul sito istituzionale del Comune il bando per individuare gli operatori che potranno gestire il servizio.

A questa gara possono partecipare tutti coloro che sono iscritti presso il registro tenuto dalla Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura territorialmente competente, oppure nel registro delle commissioni provinciali per l'artigianato per attività coerenti con quelle oggetto delle presenti Linee Guida.



Con riferimento a soggetti residenti in altri Stati all'interno della Comunità europea, sarà sufficiente l’iscrizione alla Camera di Commercio del paese d’origine.

Chi si aggiudicherà la gara dovrà garantire un numero di monopattini pari a non meno del 90% della flotta dichiarata in sede di manifestazione di interesse, nonché autorizzata dal Servizio di Mobilità Urbana, e, comunque, con una flotta fino a 5.000 mezzi.

I monopattini saranno fruibili dalla cittadinanza negli spazi oggi dedicati a velocipedi e motocicli o ciclomotori, nonché in aree dedicate su cui l'amministrazione sta lavorando. I monopattini potranno anche circolare con accesso gratuito nelle Ztl istituite in città.

Per il sindaco Leoluca Orlando, «questo provvedimento conferma la visione di una città sempre più sostenibile con il ricorso a mezzi di spostamento agili ed ecologici. Una città dove la mobilità condivisa è sempre più sinonimo di sicurezza, economicità ed efficienza.

L'obiettivo è quello di dare sempre più alternative al mezzo privato per muoversi in città in modo leggero contribuendo sensibilmente ad una nuova vivibilità e alla lotta all'inquinamento».

Per l'assessore Giusto Catania, che ha proposto il provvedimento, «l'attivazione del servizio in condivisione dei monopattini potrà garantire, a costo ridotto, spostamenti casa lavoro e casa scuola. Siamo fiduciosi che il servizio potrà rispondere alla esigenze di mobilità della città e anche per questa ragione continueremo l'azione di espansione dei percorsi protetti utilizzabili dalle biciclette e anche dai monopattini, al fine di garantire la sicurezza degli spostamenti».

ARTICOLI RECENTI