FILM

HomeMagazineCultura

Il tema dell'utero in affitto al cinema: "Il figlio sospeso" del regista Egidio Termine

Un tema caldo, una produzione siciliana con Paolo Briguglia e Gioia Spaziani nel cast: "Il figlio sospeso" esce al cinema distribuito da Mediterranea Productions

Balarm
La redazione
  • 24 novembre 2017

Esce nelle sale cinematografiche il nuovo film del regista palermitano Egidio Termine: "Il figlio sospeso", dedicato al tema dell'utero in affitto, distribuito da Mediterranea Productions.

Il film è in programmazione a Palermo, al Politeama Multisala dal 24 al 26 novembre negli orari 18.30 e 20.30 al costo di 7.50 euro.

Il protagonista è Lauro, un giovane fotografo che ha perso il padre in un incendio che ha segnato per sempre le sue mani, quando aveva appena due anni.

La madre Giacinta (Gioia Spaziani) infermiera in un istituto religioso, ha inspiegabilmente sempre fatto di tutto per cancellare la memoria del giovane ma un giorno Lauro trova un indizio che lo spinge a credere che il padre avesse avuto, in Sicilia, una relazione dalla quale è nato un bambino.

Interpretato dall'attore palermitano Paolo Briguglia nel doppio ruolo del padre e del figlio, il nodo del film è un evento che sconvolge il normale decorso della sua quotidianità fatta di paure e incertezze, la sete di verità lo spinge sulle strade di un "viaggio" alla ricerca di un fratello ma, ciò che scoprirà lo riguarderà personalmente.

articoli recenti