CORONAVIRUS

HomeMagazineSaluteSanità

Coronavirus e influenza, si abbassa l'età per il vaccino: ecco chi può farlo gratuitamente

La decisione del Ministero della Salute che in vista dell'autunno, raccomanda di sottoporsi al vaccino antinfluenzale allargando la fascia d'età per la quale è gratuito

Balarm
La redazione
  • 3 settembre 2020

In vista dell'autunno e considerata la difficoltà di distinguere i sintomi del Covid-19 da quelli dell'influenza, il Ministero della Salute raccomanda il vaccino antinfluenzale e allarga la fascia d'età per la quale è gratuito.

Nella circolare si legge che il vaccino è gratuito per i bambini da 6 mesi a 6 anni e per gli anziani a partire dai 60 anni d’età. Si abbassa, quindi, la soglia minima d’età che lo scorso anno fissata a 65.

«Dal momento che nella prossima stagione influenzale non è esclusa una co-circolazione di virus influenzali e SARS-CoV-2 - dice il Ministero - si sottolinea l’importanza della vaccinazione antinfluenzale, in particolare nelle persone ad alto rischio di tutte le età, per semplificare la diagnosi e la gestione dei casi sospetti, dati i sintomi simili tra COVID-19 e influenza.

Vaccinando contro l’influenza, inoltre, si riducono le complicanze da influenza nei soggetti a rischio e gli accessi al pronto soccorso».

Oltre ai bambini e agli anziani, il vaccino antinfluenzale è particolarmente raccomandato anche alle donne in gravidanza e in post partum, a chi è affetto da patologie a rischio di complicanze come le malattie croniche a carico dell’apparato respiratorio e di quello cardio-circolatorio.

La vaccinazione è fortemente raccomandata anche per gli esercenti, le professioni sanitarie e socio-sanitarie che operano a contatto con i pazienti e gli anziani istituzionalizzati in strutture residenziali o di lungo degenza.

Vista l’attuale situazione epidemiologica relativa alla circolazione di SARS-CoV-2, si legge nel documento, la conduzione delle campagne di vaccinazione antinfluenzale potrebbe partire già da inizio ottobre.

ARTICOLI RECENTI