PERSONAGGI

HomeMagazineCulturaPersonaggi

Giusy Buscemi in tv con la (sua) Sicilia nel cuore: "Un progetto per le vigne di Menfi"

Dal 2012, anno in cui è stata eletta Miss Italia, Giusy ne ha fatta di strada. Adesso torna in tv nella serie "Un passo dal cielo 6 - I guardiani". Ecco cosa ci ha raccontato

Rosa Guttilla
Giornalista
  • 31 marzo 2021

L'attrice siciliana Giusy Buscemi (foto di Fabrizio Cestari)

Il rapporto con la natura, che ha coltivato sin dalla nascita nel suo paese, Menfi, nell’Agrigentino, ritorna anche nel personaggio che, da giovedì 1 aprile per otto puntate su Rai Uno, vede Giusy Buscemi tra i protagonisti della serie "Un passo dal cielo 6 - I guardiani".

«Il set - ci ha detto Giusy - è stato trasferito dal Trentino sulle Dolomiti Venete. Sono felice che il il mio personaggio rientri dopo qualche stagione perché adesso è più maturo».

«Manuela Nappi (il personaggio della fiction) - aggiunge l'attrice - torna con tante domande e anche risposte, che trova grazie anche all’intervento della natura. Si rifugia spesso in questi paesaggi, tra i silenzi delle montagne che sono quasi un ossimoro rispetto alla freneticità della sua vita di tutti i giorni».

Dal 2012, anno in cui è stata eletta Miss Italia, Giusy ne ha fatta di strada, diretta dal suo carattere e dalla sua particolare apertura alle occasioni della vita, non avendo sin da subito chiaro che il cinema fosse il suo futuro.



«Quando ho finito il liceo a Menfi - racconta - mi sono aperta a diverse possibilità: mi sono iscritta alla facoltà di Medicina, al Centro Sperimentale di Cinematografia e al concorso di Miss Italia.

Poi sappiamo come è andata e da quel momento, dopo essermi trasferita a Roma ho cominciato a pensare che avrei potuto studiare recitazione e, perché no, un giorno stare io da questa parte.

Il cinema mi ha sempre attratto ma quando vivevo a Menfi mi sembrava qualcosa di irraggiungibile. Ho deciso di impegnarmi e studiare e sin da subito poi ho lavorato sul set.

La serie rivelatrice - ci ha detto la Buscemi - è stata il “Paradiso delle signore”, lì ho capito che ero in grado di fare questa professione. Ogni giorno mi metto alla prova, è questo quello che conta per me».

La sua Sicilia, Giusy Buscemi la porta sempre nel cuore, mantenendo quella semplicità e naturalezza che il successo non le ha minimamente tolto.

«Sono tornata a dicembre a Menfi e già sono in crisi di astinenza. Sono molto legata al mio paese e alla terra in generale: mio padre è un coltivatore e io sono cresciuta tra le vigne e sui terreni, sono parte di me.

Per questo ho in mente alcuni piccoli progetti che vorrei avviare e che riguardano la coltivazione dei terreni; penso sia il futuro di tutti noi».

Dal piccolo paesino di Menfi alla capitale il cambiamento è stato sostanziale ma Giusy Buscemi è riuscita ad integrare bene le differenti realtà, quella d’origine e quella attuale, mantenendo vivo un piccolo desiderio.

«Crescere in un piccolo paese ti forma il carattere in maniera particolare e ti dona valori che ti porti dentro ovunque vai. Parlo della determinazione e della voglia di conquistarti le cose che magari in una grande città sono date da opportunità raggiungibili più facilmente, per non parlare del rapporto viscerale con il mare e la terra di cui parlavo prima.

Dall’altro lato, Roma mi ha offerto delle possibilità di lavoro che in altri posti non avrei potuto trovare; l’ideale sarebbe, e ci conto un domani, girare in Sicilia che, tra l’altro, per ora è il set perfetto per le produzioni.

Per il futuro poi spero di trovare ruoli scritti bene e idee interessanti con cui confrontarmi, è questa la cosa più difficile. Mi piace, sempre, trovare personaggi lontani dal mio carattere e dal mio modo di essere, è molto più stimolante per un attore».
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI