MANIFESTAZIONI

HomeMagazineCultura

Il Festival "Le vie dei Tesori" apre le porte delle città barocche: Ragusa, Modica e Scicli

Quasi 50 luoghi da visitare a un euro tra cattedrali, chiese, palazzi nobiliari, musei e giardini: la manifestazione sbarca tra le città barocche nei tre weekend di settembre

Balarm
La redazione
  • 13 settembre 2018

Una delle stanze di Palazzo Castro Grimaldi a Modica

Circoli e palazzi nobiliari, cattedrali barocche e piccole chiese nascoste, giardini, teatri e naturalmente musei sparsi per le tre meravigliose città del barocco: Ragusa l’elegante, Modica l’intellettuale e il gioiellino Scicli da scoprire nei fine settimana dal 14 al 16, dal 21 al 23 e dal 28 al 30 settembre.

Ad aprire le porte di 48 luoghi è il festival Le vie dei Tesori che che da dodici anni apre e racconta decine e decine di siti inediti a Palermo e che ora approda in Val di Noto: 19 luoghi aperti a Ragusa, 13 a Modica e 15 a Scicli.

Ragusa: tra i monumenti da visitare il campanile della cattedrale con i suoi 129 gradini e 50 metri d’altezza per dominare la città o anche i Cappuccini che conservano un trittico di Pietro Novelli e, perché no, gli stessi vicoli del giardino segreto di palazzo Arezzo Bertini.

Si può restare senza fiato davanti gli stucchi dello Spasimo, al lampadario blu di Palazzo La Rocca o per i saloni di palazzo Arezzo di Trifiletti dove a fare da guida c'è un rappresentante della famiglia e infine un salto si potrebbe fare al Teatro Donnafugata (guarda sul sito tutti i luoghi aperti a Ragusa).

Modica: barocca fino all’eccesso, intellettuale e altisonante, la città si scopre anche attraverso i suoi conventi partendo per esempio dal monastero benedettino, oggi Museo Belgiorno che racconta gli scavi nei complessi funerari iblei.

Non mancano i palazzi: a Palazzo Moncada si scopre la biblioteca Quasimodo, alla Fondazione Grimaldi i ritratti di illustri personalità della zona a Palazzo Castro-Grimaldi gli arredi rimasti immobili nel tempo o ancora a Palazzo De Leva, i famosi "bassi" con tracce della città gotica (guarda sul sito tutti i luoghi aperti a Modica).

Scicli: per i fan del ommissario Montalbano ecco che la visita di questa piccola perla barocca si imbatte nelle tracce e negli angoli citati nella fiction ma un salto all'indietro nel tempo si può fare grazie alla farmacia Cartìa dove si affacciano albarelli, ampolle, bilancini, vasi e persino un antico registratore di cassa.

Non mancano chiese e palazzi: dal calvario rupestre scavato nella roccia, agli stucchi rococò di San Giuseppe e Santa Teresa, alla Consolazione barocca, a San Vito trasformata in museo, alla bellissima Santa Maria La Nova fino a ponticello degli innamorati di Palazzo Spadaro.

Visite d'autore con degustazione: in collaborazione con Planeta sono organizzate anche visite guidate con degustazione di vini: venerdì, 14 settembre alle 19 a palazzo Spadaro a Scicli (prenota qui), venerdì 21 settembre alle 19 a Palazzo Arezzo di Trifiletti a Ragusa (prenota qui) e venerdì 28 settembre alle 19 a Palazzo Castro Grimaldi a Modica (prenota qui). Il costo è di 7 euro con prenotazione obbligatoria.

Come partecipare a "Le vie dei Tesori" nelle tre città barocche? Per acquistare i biglietti di ingresso andare direttamente sul luogo che si vuole visitare oppure scegliere di farlo online: clicca qui per i biglietti dei monumenti di Modica, qui per i monumenti di Ragusa e qui per i biglietti dei monumenti di Scicli.

I costi sono variabili a seconda dei coupon che si scelgono: 10 euro per 10 visite, 4 euro per 5 visite e 2 euro per una visita singola. Per qualsiasi altra informazione chiamare il numero 091 8420104.

articoli recenti