HomeMagazineTerritorio

Brass Group: fissato l’incontro con Granata

In questi giorni il gazebo è stato comunque presidiato da Giuseppe Costa, Fabio e Nico Riina, Vito Giordano, Rita Collura, Mario Genna ed altri jazzisti palermitani

  • 26 gennaio 2004

Si è ad un punto di svolta per la questione Brass Group Palermo. E’, infatti, fissato per martedì 27 gennaio alle ore 17 l’incontro con l’Assessore ai beni culturali Fabio Granata, come era stato promesso dal Capo di gabinetto in una visita al gazebo di via piccola Santa Cecilia. Ignazio Garsia, presidente del Brass Group, dimissionario fino a che non si sarà raggiunta una soluzione, nonostante la rinnovata fiducia da parte del Consiglio di amministrazione, è ancora ricoverato in una clinica privata ma le sue condizioni fisiche sono migliorate ed è previsto che sarà dimesso domani mattina. In questi giorni il gazebo è stato comunque presidiato da Giuseppe Costa, Fabio e Nico Riina, Vito Giordano, Rita Collura, Mario Genna ed altri jazzisti palermitani che vivono l’iniziativa di Garsia come una protesta collettiva.

«Resteremo in strada - dice Garsia - fino ad una soluzione concreta e definitiva. Intanto, mi impongo di pensare che durante il nostro incontro con l’assessore Granata prevalga il buon senso sia per la creazione di un’orchestra permanente che per la trasformazione del Brass in fondazione. Le nostre richieste non riguardano soltanto il Brass cone istituzione ma la situazione culturale in Sicilia: è necessario creare un serio organismo di produzione.» L’Orchestra jazz siciliana intanto prosegue le prove per il concerto che si terrà al teatro Orione do Palermo il 30 gennaio in ricordo di Luca Flores, sperando che il maestro Garsia sia in condizioni di dirigere.




ARTICOLI RECENTI