MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

I Bludinvidia all'Agricantus

Balarm
La redazione
  • 1 aprile 2006

Certa gente non è mai sazia, mai appagata o soddisfatta. Per i Bludinvidia "Non è abbastanza ancora" non è solo un motto ma si tratta di una condizione perpetua, al punto di farla diventare il titolo del loro secondo lavoro discografico uscito nel 2004. Il gruppo pugliese suonerà il 6 aprile al CCP Agricantus di Palermo (via XX settembre 82/a, ore 22.30, ingresso libero) per la rassegna LuneRock, organizzata dall'associazione Gruppo 97-Cantieri sonori con la direzione artistica di Fulvio Marchese. La band, nata nel 1991 e giunta alla formazione attuale nel 1994, è composta da: Marco Ancona (voce e chitarra), Ruggero Gallo (basso), Paolo Provenzano (batteria) e Andrea Macelli (synth, piano rhodes, chitarra acustica e cori). Gruppo rock alternativo dalla infaticabile attività live, che addirittura conta oltre 700 esibizioni in tutto il Belpaese. Il loro rock di matrice vintage è un’energia distorta che richiama fortemente il sound degli Afterhours (specie nel singolo "Danneggiamento del sistema periferico") ma che non manca di uno spiccato gusto melodico evidenziato nell'interpretazione dei testi in italiano, una critica sociale diretta ai media e alle nuove tecnologie. In "Non è abbastanza ancora", la formazione pugliese ha cercato di avvicinare il più possibile il suono in studio a quello più spontaneo ed energico che caratterizza le loro esibizioni, dieci tracce registrate in presa diretta che racchiudono in un solo cd i Bludinvidia dei concerti live, inclusa la loro personalissima versione di "Insieme a te sto bene" di Mogol-Battisti. Oltre alle numero apparizioni televisive e interventi radiofonici, nel 2005 il video del loro primo singolo "Danneggiamento del sistema periferico" ha ricevuto il premio come "Miglior Videoclip Indipendente" al M.E.I. di Faenza, insieme al primo posto nella rassegna organizzata da Fandango e Kwmusica.it, "Videoclipped the Radio Stars".

Adv
Si ricordano pure all'interno della medesima rassegna "Lunerock" il concerto del 5 aprile, protagonisti i Camurria e del 12 aprile con i Zetazero. I primi, dopo diversi demo-tapes contenenti brani di propria composizione ed anche alcune covers, utilizzati prevalentemente a scopo promozionale, dal 2002 intraprendono la complicata realizzazione del proprio ambizioso primo album, la cui produzione artistica è stata totalmente auto-gestita, sia nella fase di pre-produzione che in quella di registrazione e missaggio. Il disco-concept, "Sedici Sudici Sadici", rappresenta per loro un punto d’arrivo e l’inizio di un nuovo percorso musicale ed umano. I Zetazero assumono tale nome nel 2004 attorno al duo composto da Tony Truncali e Patrick Rotolo provenienti dai "Minerva". Il loro sound è il risultato della miscela di differenti influenze musicali tipicamente anglosassoni con il gusto e l'efficacia del pop made in Italy. Gli altri appuntamenti della rassegna saranno il 19 aprile coi M.A.L.A.R.M.A., gruppo rock-folk dialettale di Marineo (Pa) e il 26 aprile col concerto dei DonSettimo, il nuovo progetto di Sergio Serradifalco con la collaborazione dei musicisti degli Akkura.
fra.ere.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI