TEATRO

HomeMagazineCulturaTeatro

Uno show tra risate e umanità Giobbe Covatta, l'amico dell'Africa

Maria Teresa de Sanctis
Attrice, regista teatrale e scrittrice
  • 3 aprile 2006

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori

Tanta umanità e spontaneità sono senza dubbio doti preziose per ogni attore comico che, interagendo col pubblico dal vivo nei teatri di ogni dove, deve sapere coglierne al volo sensazioni e intuirne umori per poi opportunamente giocare con i propri testi e le proprie storie. Se il personaggio in questione poi è Giobbe Covatta (Gianni Covatta all’anagrafe, classe 1956), il suo modo di essere non è solo indice di sicuro successo sotto il profilo artistico, e sappiamo quanto il nostro sia grandemente amato dal pubblico, ma ne determina anche lo stile di vita: da anni è forte l’impegno profuso dall’artista con Amref (Fondazione Africana per la Medicina e la Ricerca). L’attore infatti dopo essere diventato uno dei testimonial della Fondazione, ha in seguito dedicato molto del suo tempo libero ai problemi africani, fornendo aiuti concreti per portare a termine i progetti dell'ente a favore dei bambini africani. «L’esportazione della democrazia - ha detto il comico - si fa con la cooperazione tra i popoli e non con le bombe. Oggi, con il costo di quattro bombardieri B52 si possono vaccinare tutti i bambini del mondo». Sarà il Teatro Zappalà di Palermo (in via Autonomia siciliana, 125) che il 5 aprile alle 21 ospiterà il popolare comico nel suo "Giobbe Covatta show", uno spettacolo ad inviti, 750 in tutto, organizzato dai Verdi. L’attore, napoletano di adozione (giunse a soli tre anni nella città partenopea dalla natia Taranto), deve il suo successo al piccolo schermo che gli ha permesso di raggiungere un pubblico sempre più vasto e che ne ha consacrato la popolarità con le ripetute apparizioni al Maurizio Costanzo Show. Infatti, dopo l’esordio cinematografico con una particina nel film "Pacco, doppio pacco, contropaccotto" del compianto Nanni Loy, la sua carriera di attore e autore di teatro ha preso il volo, con ininterrotti successi.



Accanto alle sue performances teatrali, "Parabole, Iperboli", "Aria condizionata", "Primate assoluto", si devono aggiungere i suoi libri, alcuni dei quali diventati anche essi spettacoli, come "Parola di Giobbe" (col quale nel 1991 sbanca le classifiche), "Pancreas, trapianto del libro cuore" (con illustrazioni di Giobbe stesso) e "Sesso? Fai da te!". E circa la sua produzione editoriale c’è da aggiungere una piccola nota: è con Giobbe Covatta, nome di punta delle classifiche di vendita, uno dei primi comici a vendere milioni di copie con un suo libro, che ha avuto inizio il fenomeno dei comici campioni nelle vendite di libri. Ma non è finita qui, il nostro eclettico personaggio è stato anche abile skipper professionista, passione di famiglia questa, essendo il padre un ammiraglio di marina, e passione per la quale nel 2002 partecipa, con moglie e figli, alla trasmissione “Velisti per caso”, nel corso delle tappe messicane della barca Adriatica. Il 2002 segna per Covatta anche il ritorno al teatro di prosa, infatti recita nella commedia "Double act" dell'autore australiano Barry Creyton prodotta dal Teatro Parioli di Maurizio Costanzo e diretta da Marco Mattolini, con Emanuela Grimalda. E ancora c’è il cinema: infatti è stato co-protagonista nel film diretto da Simona Izzo "Camere da letto" e nel 1999 protagonista nel film "Muzungu - uomo bianco" per la regia di Massimo Martelli. Lo spettacolo ora proposto da Covatta, tra satira e risate, arriva a Palermo dopo le tappe di Roma (28 marzo) e Napoli (2 aprile) e sarà replicato sull'emittente televisiva satellitare Unosat canale 862 di Sky oppure sintonizzando il ricevitore sul satellite Hot Bird 13° est frequenza 12111 polarizzazione Verticale, Fec 3/4 Symbol rate 27500, sabato 1° aprile alle 20.30 e dal 3 aprile tutte le sere alle 23. Per il teatro Zappalà, distribuzione gratuita dei 750 biglietti dalle 16 alle 19.30 in via Libertà, 165 presso la sede dei Verdi di Palermo. Infoline: 091.6260232.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE