MANIFESTAZIONI

HomeMagazineCultura

Musica sulla magia senza tempo dell'Orto Botanico: a Palermo un minifestival

Si tratta di "Musica all’Orto”, sei concerti in matinée organizzati dall’Università in collaborazione con l’Orchestra Sinfonica Siciliana e il Sistema Museale di Ateneo

Balarm
La redazione
  • 12 aprile 2018

La serra dell'Orto Botanico di Palermo

A esibirsi saranno i gruppi dell’Orchestra Sinfonica Siciliana, come gli Archi sinfonici, il Quartetto Bellini o ancora il Sinfonica Brass Quintett: "Musica all'Orto" è un minifestival di sei concerti organizzato dentro i meravigliosi e differenti spazi dell'Orto Botanico di Palermo da domenica 15 aprile al 27 maggio.

Vengono coinvolti infatti sia gli angoli esterni che gli edifici dell'Orto: la fontana del Paride, il Ginnasio e la Sala Lanza.

Naturalmente si tratta di un programma che accontenta sia gli amanti della musica che quelli della botanica e, perché no, dei curiosi che hanno in questo modo l'occasione per visitare un luogo incantevole e senza tempo e nel frattempo ascoltare le esecuzioni degli artisti.

Artisti che sono gruppi dell’Orchestra Sinfonica Siciliana e che si esibiranno tutti alle 11, domenica dopo domenica: Archi sinfonici (15 aprile al Ginnasio), il Trio Stamitz (22 aprile alla Fontana del Paride), il Trio Quantz (6 maggio in Sala Lanza), l’Ensemble Jupiter (13 maggio in Sala Lanza), il Quartetto Bellini (20 maggio al Ginnasio) e il Sinfonica Brass Quintett (27 maggio al Ginnasio).

I sei concerti in programma per "Musica all’Orto" sono organizzati dall’Università degli Studi di Palermo in collaborazione con l’Orchestra Sinfonica Siciliana e il Sistema Museale di Ateneo.

«Sono orgoglioso di potere affermare che queste domeniche musicali si aggiungono alle numerosissime iniziative che nel 2018, anno di Palermo Capitale Italiana della Cultura, compongono un calendario di incontri, eventi, mostre organizzati dal nostro Ateneo e dedicati ad un pubblico più vasto possibile» ha commentato il Rettore dell’Università degli Studi di Palermo Fabrizio Micari.

«Aprire le porte dei pregevoli nostri musei, delle nostre biblioteche - continua - delle nostre aule è una componente essenziale per raggiungere un fondamentale obiettivo di UniPa: la diffusione della cultura e della conoscenza in stretta sinergia con il territorio».

«Dopo i tre concerti di fine estate a piazzale Ucria, dietro il ginnasio, che hanno registrato il tutto esaurito, si rafforza e si consolida il rapporto con l’Università, il Sistema Museale e l’Orto botanico di Palermo – ha dichiarato Giorgio Pace, Sovrintendente Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana – Siamo certi che questo programma incontrerà l’interesse dei numerosi turisti nell’anno di Palermo Capitale della Cultura».

Come sottolinea Paolo Inglese, direttore del SiMuA, i siti del Sistema Museale di Ateneo sono sempre più parte attiva della vita culturale del territorio.

«Il suo vasto patrimonio archeologico, storico, artistico e scientifico, di grandissimo livello, è ancora maggiormente aperto al pubblico e valorizzato da rassegne di questo tipo, organizzate in collaborazioni con le massime istituzioni culturali cittadine».

«Siamo contenti e orgogliosi di potere ospitare i concerti in questo luogo esclusivo ed incantevole – ha concluso Rosario Schicchi, Direttore dell’Orto botanico – e di fare scoprire agli appassionati di musica la grande varietà di specie qui ospitate e che rendono l’Orto un luogo ricchissimo di espressioni di flore diverse. L’Orto botanico e la musica dell’orchestra sinfonica sono un binomio perfetto».

articoli recenti