ITINERARI

HomeMagazineTurismoItinerari

Passeggiare a Capodanno per scoprire la città: cosa fare a Palermo il primo gennaio

Il primo giorno dell'anno può essere un'occasione per scoprire le bellezze cittadine tra mostre ed eventi per tutta la famiglia e gli immancabili concerti del teatro Massimo

Nicoletta Fersini
Giornalista e fotografa
  • 31 dicembre 2020

La cattedrale di Palermo

L'anno nuovo per molti inizia il 2 gennaio: ammettiamolo, tra festini e festoni non è insolito dargli un benvenuto alcolico e sbilenco. Com'è giusto che sia, d'altronde.

Ma per chi non si lascia andare ai party sfrenati quali sono le alternative per trascorrere questo primo gennaio 2020 a Palermo?

Se avete una famiglia, volete approfittarne per un giro in centro città o se siete in vacanza nel capoluogo siciliano, per voi ci sono ottime notizie: molti siti culturali tra chiese, palazzi, musei restano aperti e ci sono in programma interessanti mostre, concerti e tanti altri eventi adatti a tutta la famiglia.

Il primo gennaio non sarebbe tale senza gli immancabili concerti di Capodanno del Teatro Massimo, in due appuntamenti - uno mattutino e uno pomeridiano - dedicati come sempre alla grande musica di tutti i tempi.

Si inizia alle 11.30 con il Capodanno Kids 2020 che vede esibirsi con entusiasmo e freschezza gli oltre 200 bambini e ragazzi che compongono il Coro di voci bianche, il Coro Arcobaleno, la Cantoria e la Massimo Kids Orchestra eseguiranno un programma festivo e variegato con musiche di Bizet, Jenkins, Strauss, Mascagni, Nogara e Morricone.

Alle 18.30, invece, torna l'appuntamento con il tradizionale concerto di Capodanno del teatro Massimo promosso dalla presidenza del Consiglio Comunale, diretto quest'anno dal maestro Omer Meir Wellber nel suo nuovo ruolo di direttore musicale.

Il maestro dirige l’Orchestra e il Coro guidato da Ciro Visco con la guest star Joseph Calleja, tenore maltese di fama internazionale che per la prima volta canta al Massimo, e musicisti del repertorio popolare come Doudou Diouf e Ashti Abdo. Entrambi i concerti saranno trasmessi in diretta sul maxischermo allestito in piazza Verdi.

A dare un benvenuto allegro e gioioso al nuovo anno è Cefalù e per chi vuole approfittare del primo gennaio per una gita "fuori porta" la cittadina ospita alle 19 le cinque formidabili Ladies del jazz siciliano per un concerto dal sapore deliziosamente natalizio in piazza Duomo: Lucy Garsia, Carmen Avellone, Flora Faja, Anna Bonomolo e Alessandra Mirabella propongono un repertorio pensato appositamente per il periodo di festa, con gli arrangiamenti swing del maestro Vito Giordano.

Una mattinata in centro può essere un'occasione per godersi la città senza il solito traffico, ma anche per ammirare le bellezze che Palermo ci offre tra monumenti e musei con interessanti esposizioni che restano aperte anche nel primo giorno del 2020.

Sono visitabili - ma solo di mattina, fino alle 13.30 - tre dei siti gestiti in città da CoopCulture a cominciare dallo splendido Castello della Zisa, dove i potenti e illuminati re normanni si rifugiavano nel periodo della calura estiva, tra riposo e sollazzi. Voluto da Guglielmo I e poi completato da Guglielmo II, ricadeva all'interno del parco reale il “Genoardo”, che si estendeva a perdita d’occhio. Il giardino era un’oasi con alberi, piante, fiori, frutti, fontane zampillanti e animali esotici.

Poco distante dalla città si può visitare il chiostro dei Benedettini di Monreale, adiacente all'imponente Duomo, magnifico esempio di architettura bizantina con il suo armonico colonnato tutto ornato da intarsi a mosaico e ad arabeschi che poggia su capitelli che riproducono le principali scene bibliche.

Resta aperto sempre fino alle 13.30 anche il Museo archeologico "Antonino Salinas" per ammirare il chiostro e gli spazi espositivi che al momento ospitano ben due mostre.

"Quando le statue sognano" è uno speciale allestimento in cui gli antichi e prezioni reperti custoditi all'interno del museo Salinas dialogano con ambienti e manufatti ancora inesplorati e le opere contemporanee di Alessandro Roma, Guido Bisagni, Fabio Sandri e del fotografo palermitano Ferdinando Scianna.

Sono quaranta, poi, i lavori che compongono il ricco percorso espositivo voluto dalla Fondazione Unesco Sicilia in seno al contest "Immaginario Arabo Normanno": armati di macchina fotografica o telecamera, pennello, matita ma soprattutto fantasia i partecipanti hanno realizzato lavori che esaltano la bellezza dei nove monumenti Unesco di Palermo, Monreale e Cefalù.

Ma le buone notizie per gli appassionati d'arte non finiscono qui perché questo primo gennaio 2020 a Palermo restano aperte numerose altre mostre di prestigio e per tutti i gusti: la "Caravaggio Experience" a palazzo Sant'Elia tra videoinstallazioni immersive, sonorità barocche e frammenti di dipinti del grande pittore; "La macchina dell'immaginazione" alla GAM, ovvero un percorso che svela la straordinaria complessità del genio di Leonardo Da Vinci; a palazzo Branciforte si può ammirare la Madonna Odigitria, l'icona dinanzi alla quale Guglielmo II avrebbe offerto la bolla d'oro della fondazione dell'Abbazia di Monreale nel lontano 1176, oggi restituita al pubblico dopo un'attenta opera di restauro voluta dalla Fondazione Sicilia.

Resta aperta anche una mostra molto particolare che è già stata visitata da oltre 50 milioni di persone in tutto il mondo: "Body Worlds Vital" al Real Albergo delle Povere è un viaggio nel mondo dell'anatomia, alla scoperta dei segreti e della complessità del corpo umano e del suo funzionamento.

Se vi piace pattinare o volete provare per la prima volta questa esperienza, resta aperta anche il primo dell'anno la grande pista di pattinaggio al coperto "Palermo on Ice", allestita al Giardino Inglese: adulti e bambini possono affittare calze monouso, pattini e casco, ma anche uno slittino e perfino andare sul ghiaccio accompagnati da un pattinatore professionista.

E per i fanatici dello sport anche il primo gennaio diventa un'imperdibile occasione di divertimento, da protagonisti ma anche da semplici spettatori: a partire dalle 10.30 torna a Mondello la corsa di Capodanno dall’Albaria al Faro, andata e ritorno, alla quale si può liberamente partecipare presentandosi al punto di partenza nei pressi del club Albaria.

Un must delle feste per le famiglie con bambini piccoli (ma non solo) è il circo e a Palermo ce ne sono ben tre tra i più importanti d'Italia: il Circo Nelly Orfei diretto artisticamente da Tayler Martini al Centro commerciale Forum; il Circo M Orfei in piazzale Giotto, con le sue performance ipertecnologiche; l'Happy Circus Donna Orfei in viale dell'Olimpo, con la ruota della morte e l'unico laser fight d'Italia.

Le iniziative a Palermo (e non solo), naturalmente, non finiscono qui e per maggiori informazioni e dettagli è possibile consultare il calendario degli eventi di Balarm.

ARTICOLI RECENTI