SOCIETÀ

HomeMagazineSocietà

Piccola e dimenticata: dietro questa porta c'era una chiesa che ha cambiato nome

La ex chiesa, intitolata all'Immacolata e poi a San Pietro dell'Alcantara, fu lasciata alla sua triste sorte: oggi risulta sconsacrata ed impiegata come magazzino

Giusi Lombardo
Cercatrice di monumenti
  • 21 novembre 2018

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori

L'ingresso della chiesa sconsacrata al Baglio Quarataro

In via Enrico Toti, parallela di via Piave nel quartiere Montegrappa a Palermo, si estende il Baglio Quartararo.

E qui si nota ancora una struttura che mi sembrava fosse stata all'epoca una cappella di campagna. Invece ho scoperto che si tratta della chiesa, fatta costruire nel 1845 da Domenico Quartararo per gli abitanti della contrada Palumbo, intitolata inizialmente alla Immacolata Concezione e poi, agli inizi del XX secolo, a San Pietro dell'Alcantara.

E mi spiego anche la ragione dell'ubicazione di una fontanella storica in quella strada, chiaramente per i fabbisogni della popolazione.

Ricordo bene la fontanella, ma ormai è stata dismessa anni fa. Ma quale fu la ragione del cambio del titolo della chiesa?

Infatti nella zona, già dalla fine degli anni Venti, la chiesa (nonché parrocchia) dedicata all'Immacolata si trova poco più avanti, a piazza Montegrappa.

E si chiama esattamente: chiesa dell'Immacolata in Montegrappa. Ma ecco la storia di quest'ultima.



Il palermitano Generale marchese Pasqualino, durante la prima guerra mondiale, si trovava con i suoi soldati (dei quali molti anch'essi palermitani) tra i bombardamenti sulle linee difensive del Monte Grappa, nelle prealpi Venete.

Si rifugiarono tutti in una cappella diroccata, dove si trovava la statua della Madonnina del Monte Grappa.

Tornato indenne dalla guerra, in segno di gratitudine, il marchese portò la statua nella sua borgata, dove possedeva un palazzo ed una cappella adiacente ad esso, fatta edificare dal precedente proprietario, il signor A. Damanti.

E da allora la Madonnina del Monte Grappa si insediò benedicente, come "Madonnina della Pace", nella cappella che divenne chiesa: la chiesa dell'Immacolata in Montegrappa.

Il culto dell'Immacolata nel quartiere è molto sentito, come testimoniano anche le diverse edicole votive disseminate un pò ovunque.

Ed, a memoria, molte strade del rione recano i nomi di patrioti o di luoghi di quel triste periodo bellico.

Purtroppo l'ex chiesa intitolata all'Immacolata e poi a San Pietro dell'Alcantara evidentemente perse importanza e fu lasciata alla sua triste sorte. Oggi risulta sconsacrata ed impiegata come magazzino.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE